Giornate Fai di Primavera, già esauriti i posti per Villa Canali Gaslini. Ecco cosa si può vedere

Ancora aperte le prenotazioni per Castello Mackenzie e Villa Cattaneo dell’Olmo, sede della Fondazione Ansaldo e la Barberia Giacalone

Sabato 26 e domenica 27 marzo tornano le Giornate FAI di Primavera, giunte alla trentesima edizione, con un itinerario simbolico sulle tracce dell’architetto Gino Coppedè, tra Villa Canali Gaslini e Castello Mackenzie, insieme ai volontari della Delegazione FAI di Genova e del FAI Giovani Genova.
Visitabile anche Villa Cattaneo dell’Olmo, sede della Fondazione Ansaldo.
Posti disponibili limitati e su prenotazione.

Sabato 26 e domenica 27 marzo 2022 tornano a Genova le Giornate FAI di Primavera a Genova, giunte quest’anno alla loro trentesima edizione. Ad aprire eccezionalmente al pubblico saranno in particolare gli spazi esterni di Villa Canali – Gaslini, visitabile solo sabato 26 marzo e già “sold out”, e Castello Mackenzie, in un itinerario simbolico sulle tracce dell’eclettico architetto Gino Coppedè. Saranno inoltre visitabili Villa Cattaneo dell’Olmo, sede della Fondazione Ansaldo, e la Barberia Giacalone.

Grazie ai volontari della Delegazione FAI Genova e del FAI Giovani Genova, luoghi della città spesso poco conosciuti o accessibili in via eccezionale saranno così visitabili in totale sicurezza e nel rispetto delle normative vigenti. 

I posti disponibili sono limitati ed è consigliata la prenotazione sul sito www.giornatefai.it. Per sostenere la missione della Fondazione e partecipare alle visite in completa sicurezza, è richiesto un contributo minimo suggerito a partire da 3 €.

In questo momento storico così particolare, le Giornate FAI di Primavera vogliono avvicinare ancora di più i cittadini al patrimonio culturale, che riflette la nostra storia, la nostra identità e rinsalda i valori del vivere civile. – commenta Sonia Asaro, Capo Delegazione del FAI Genova.Mai come oggi è importante conoscere la nostra storia e da questa imparare ad affrontare il presente e il futuro, sentendoci uniti come popolo del mondo.”

Nel pieno spirito delle Giornate FAI di Primavera, a Genova, nel quartiere di Castelletto, nelle giornate di sabato 26 e domenica 27 marzo si potrà visitare Castello Mackenzie. Costruito tra il 1893 e il 1905 dal giovane architetto Gino Coppedè, fu commissionato dal ricchissimo assicuratore Evan Mackenzie. Situato nei pressi delle antiche mura seicentesche, sui bastioni di San Bartolomeo, in una posizione di gran pregio, sulla collina che sovrasta l’attuale piazza Manin, Castello Mackenzie sancì lo stile Coppedè. Percorrerne le sale significa intraprendere un viaggio nella storia dell’arte che mescola pezzi autentici, come antichi reperti archeologici romani incastonati nelle pareti, e pezzi imitati con perizia, disseminati lungo tutto il Castello. Ricco di commistioni artistiche, il maniero non smette di mai stupire coloro che lo visitano.

Affacciata su mare, in Corso Italia, Villa Canali, oggi appartenente alla Fondazione Gaslini, sarà aperta al pubblico, nei suoi spazi esterni. Sono andate subito esaurite le visite guidate, previste solo sabato 26 marzo per piccoli gruppi, di massimo 15 persone. Circondata da un parco con vegetazione mediterranea, ponti e piccole grotte, la villa su due piani in pietra grezza, mattone, piastrelle a lustro ed intonaco variamente decorato, fu costruita da Gino Coppedè per la famiglia Canali a metà degli anni Venti del secolo scorso. I visitatori potranno scoprire così un giardino di fronte al mare, che sembra nascondere la villa e insieme la proietta verso l’orizzonte, riprendendo a prima vista gli schemi della corrente naturalistica, ancora in voga all’inizio del ‘900, per poi stupire con un ponte e delle grotte, che lo connotano decisamente, in pieno stile Coppedè.

Spostandosi verso Cornigliano, sabato 26 e domenica 27 marzo si potrà invece visitare, solo su prenotazione, Villa Cattaneo dell’Olmo, villa patrizia genovese edificata nel XV secolo che ospita il patrimonio archivistico della Fondazione Ansaldo. Costituita nel 2000 da Leonardo, Regione Liguria, Comune di Genova e Città Metropolitana di Genova, la Fondazione è il risultato di un percorso iniziato nel 1980, quando venne aperto al pubblico l’Archivio Storico Ansaldo, primo archivio d’impresa in Italia. Attraverso la documentazione societaria, contabile amministrativa e tecnica di importanti imprese e realtà economico-finanziarie, le varie immagini della fototeca – tra lastre, pellicole, stampe, diapositive e album – le diverse tipologie di filmati contenuti nella cineteca e l’ampia biblioteca, i visitatori potranno trovare una panoramica di molteplici attività imprenditoriali e lavorative e uno spaccato della vita economico-sociale italiana a partire dalla seconda metà dell’Ottocento.

Come di consueto, sarà inoltre possibile visitare la Barberia Giacalone in Vicolo dei Caprettari, antica bottega di barbiere liberty-decò del 1922

Anche quest’anno le Giornate di Primavera, la grande manifestazione di piazza del FAI, dal 1993 il più importante evento dedicato al patrimonio culturale che celebra arte, storia e natura, torna a coinvolgere gli italiani alla scoperta delle bellezze che ci circondano, grazie all’apertura di 700 luoghi in 400 città, molti dei quali poco conosciuti o accessibili in via eccezionale, visitabili in totale sicurezza e nel rispetto delle normative vigenti. L’elenco completo dei beni visitabili è disponibile sul sito www.giornatefai.it

INFORMAZIONI UTILI

Castello Mackenzie   

Mura di San Bartolomeo 16                                                                              

Sabato 26 e domenica 27 marzo

ore 10 -18 

visite guidate ogni 30 minuti, senza necessità di prenotazione

Villa Canali – Gaslini

Corso Italia 26

Sabato 26 marzo

10:00 – 13:00 / 15:00 – 18:00

Note: gruppi di 15 persone – Prenotazione obbligatoria sul sito www.giornatefai.it

Villa Cattaneo dell’Olmo

Corso Perrone 118

Sabato 26 e domenica 27 marzo: 10.00 – 12.00 / 14.00 – 16.00

visite mattino ore 10.00, ore 11.00 e ore 12.00; pomeriggio ore 14.00, ore 15.00 e ore 16.00

Gruppi di massimo 25 persone – Prenotazione obbligatoria sul sito www.giornatefai.it

Ingresso consentito previa esibizione di un documento di identità in corso di validità

Barberia Giacalone

Vicolo Caprettari, 14 R

Sabato 26 marzo: ore 10-13 e 14.30-17.30. 

La Barberia è aperta per l’esercizio dell’attività commerciale in essa ospitata. 

Domenica 27 marzo: ore 10-13 e 14.30-17.30. 

La Barberia potrà essere osservata dalla vetrina su strada. Dalle 15.00 alle 17.30: introduzione in loco dei volontari della Delegazione. FAI di Genova

Non è necessaria la prenotazione

Il contributo minimo suggerito per prenotarsi e prendere parte alle Giornate FAI di Primavera è di 3 €.

Per chi lo volesse, sarà possibile sostenere ulteriormente la missione della Fondazione con contributi di importo maggiore oppure attraverso l’iscrizione annuale, online o in piazza in occasione dell’evento.

Durante le visite sarà necessario rispettare tutte le norme di sicurezza indicate nei cartelli informativi posti all’inizio dei percorsi: è infatti obbligatorio mantenere il distanziamento sociale, evitare di creare assembramenti, indossare la mascherina durante l’intera durata della visita, disinfettare le mani con gli appositi gel situati lungo il percorso e attenersi alle indicazioni date dal personale volontario.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: