Genova, Calasetta, Carloforte e la tunisina Tabarca: stasera Lanterna e fontana di De Ferrari illuminate di bianco e rosso

Nel solco delle iniziative che ricordano l’epopea tabarchina, la via del Corallo e rinnovano il gemellaggio tra i Comuni di Genova, Calasetta e Carloforte si inserisce la proiezione di questo pomeriggio, in prima nazionale, del docufilm “Tabarca-La Storia del mare che unisce”, alla Sala Sivori

Questa sera, illuminate di bianco e rosso la fontana di piazza De Ferrari e la Lanterna in occasione della Festa nazionale della Tunisia.

L’evento, patrocinato dal Comune di Genova, è la prosecuzione della conferenza al Galata Museo del Mare, che si è svolta lo scorso 27 febbraio. La proiezione è stata realizzata in occasione della festa della Repubblica di Tunisia, 66º anniversario all’indipendenza della Francia, d’intesa e in collaborazione con il Consolato di Tunisia a Genova, la Compagnia Genovese d’Oltremare e il Mu.MA e ha il patrocinio anche di Regione Liguria e Città Metropolitana di Genova.

«Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questo docufilm nato dalla collaborazione di tante persone – ha detto l’assessore alla Cultura Barbara Grosso, intervenuta prima della proiezione portando i saluti della giunta comunale – il lungometraggio ricorda e immortala una parte importante della nostra storia e l’amicizia tra comunità legate dal mare, un rapporto secolare suggellato da un gemellaggio che come amministrazione stiamo portando avanti con varie iniziative e che vogliamo valorizzare».

All’evento hanno partecipato, oltre all’assessore alla Cultura Barbara Grosso, il consigliere comunale Mario Mascia, il Console di Tunisia a Genova Omar Amine Abdallah, il presidente della Compagnia Genovese d’Oltremare Enrico Ottonello Lomellini di Tabarca il regista italo-tunisino Habib Mestiri, il produttore Ennio Pontis ed altre Autorità.

A moderare l’evento Maurizio Daccà, componente del cda del Mu.MA. Il lungometraggio è prodotto dalla italiana 7th Art International Agency.

«Una testimonianza importante – spiega Maurizio Daccà – del glorioso passato della Repubblica di Genova in terra d’oltremare e del legame culturale, economico e sociale che ha legato per secoli le due comunità genovese e tunisina, e che ancora oggi, nonostante difficoltà e tribolazioni, continua ad essere fonte di ispirazione per la realizzazione di progetti di integrazione nel comune sentimento di fratellanza e amicizia tra i popoli che vivono e prosperano tra le due sponde del Mediterraneo».

In occasione della festa della Repubblica di Tunisia, questa sera, saranno illuminati con i colori bianco e rosso i due monumenti simbolo della città di Genova: la fontana di De Ferrari e la Lanterna.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: