Giornata nazionale in memoria delle vittime del Covid, bandiere a mezz’asta anche a Tursi

Il vicesindaco e assessore alla Salute Massimo Nicolò: «La diminuzione delle restrizioni non ci faccia dimenticare le vittime»

Si celebra oggi la seconda Giornata nazionale in memoria delle vittime del Covid, giornata istituita lo scorso anno dal Governo.

Dall’inizio della pandemia, a febbraio del 2020, solo in Italia sono stata 157mila le persone a perdere la vita a causa del virus, nel mondo oltre sei milioni.

«Dopo due anni di pandemia, di dolore e di restrizioni – ha detto il vicesindaco Massimo Nicolò – finalmente ieri il Governo ha annunciato la fine dello stato d’emergenza, un traguardo che abbiamo potuto raggiungere grazie ai vaccini. Una bella notizia, è vero, ma che non deve farci dimenticare che il virus è ancora in circolazione. Anche se le restrizioni andranno man mano ad allentarsi fino a scomparire è necessario però che il loro allentamento non faccia svanire la memoria di quanto accaduto in questi anni: dobbiamo ricordare queste 157mila persone che ci hanno lasciati. Erano padri, madri, fratelli, amici, medici e infermieri: non dimentichiamoli, non dimentichiamo i sacrifici dei sanitari in quei giorni difficili e facciamo sì che le nostre scelte, politiche e sanitarie, vadano a rafforzare sempre di più il nostro sistema sanitario».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: