Bollettino Covid, Toti: «Il sottosegretario Sileri apre alla distinzione tra asintomatici e con sintomi»

La modifica viene richiesta da tempo dalla Regione che vuole che vengano esclusi dal conteggio i ricoverati per altre patologie positivi al Covid, ma asintomatici

In merito la classificazione dei positivi ospedalizzati, il presidente della Regione Giovanni Toti ha espresso soddisfazione per la notizia data dal sottosegretario Sileri sulla possibilità che, entro due settimane, sia fatta una distinzione nel bollettino tra i positivi asintomatici e i malati.

«Finalmente viene presa in considerazione una nuova modalità di conteggio più coerente con la situazione reale, come avevamo già suggerito come Regione Liguria – ha detto Toti – è evidente che i pazienti Covid sottraggono posti alle altre patologie, pertanto è opportuno, come si sta facendo strada, che i pazienti risultati positivi al Covid ma arrivati al pronto soccorso per altri problemi vengano conteggiati in atro modo e non tra i ricoveri Covid».


Intanto prosegue la vaccinazione della popolazione over 5 in Liguria: ammontano a 1.248.140 i liguri che hanno ricevuto almeno una dose, pari all’85,29%, e a 1.182.502 coloro che si son o vaccinati con ciclo completo, pari all’80,80%. Mentre sono 619.942 pari al 42,36% coloro che hanno ricevuto la dose booster.
Nella fascia 50-60 sono 224.893 i liguri che hanno ricevuto almeno una dolse pari all’88,85%, 119.662 quelli che hanno avuto il ciclo completo pari all’85,11% e 119.662 quelli che hanno ricevuto la dose booster pari al 47,27%.
Oggi ammontano a 4.393 i nuovi positivi in Liguria su 22.684 tamponi tra molecolari e antigenici. Di questi 357 nella Asl 1, 877 nella Asl 2, 2024 nella Asl 3 Genovese, 489 nella Asl 4 e 632 nella Asl 5. Stabili i ricoverati a quota 738 di cui 41 in terapia intensiva, 4 i deceduti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: