Ciclista disperso sul Righi, i soccorritori trovano il corpo senza vita del medico Gianfranco Scasso

Il sessantenne non aveva fatto ritorno dove lo aspettavano gli amici. Quando i Vvf lo hanno trovato, però, non c’era più nulla da poter fare per salvargli la vita

Sono iniziate intorno alle 21:30 le ricerche di un ciclista di sessanta anni che, percorrendo i sentieri del Righi, non ha fatto ritorno dove lo aspettavano gli amici. Alle ricerche stanno operando i Vigili del fuoco con una squadra, il carro ufficio UCL gestito personale TAS (Topografia Applicata al Soccorso), il personale speleo alpino fluviale SAF e il nucleo cinofilo. In partecipazione alle ricerche vi è il personale del Soccorso Alpino.

Aggiornamento: l’uomo, Gianfranco Scasso, che era medico di base a Castelletto, è stato trovato morto dai soccorritori verso mezzanotte. Il corpo è stato avvistato in fondo a un canalone di 60 metri, mentre la bici era rimasta sul sentiero e i Vvf hanno capito subito che la situazione era critica: il ciclista, infatti, non si muoveva. Quando lo hanno raggiunto, i sospetti sono diventati una tragica certezza.
Alle ricerche ha partecipato anche il figlio.

Difficili le operazioni di recupero che sono terminate solo questa mattina.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: