Scompare Piero Dello Strologo, fondatore del Centro culturale Primo Levi

Si è spento la mattina del 1º gennaio pochi giorni prima di compiere 86 anni. La Comunità ebraica e quella culturale in lutto. L’Anpi: «Grazie per l’impegno antifascista e la memoria della Shoah». Toti e Cavo: «Con Piero Dello Strologo se ne va una figura di grande cultura, riferimento autentico dell’antifascismo, anima culturale della città, strenuo difensore dei valori costituzionali». Bucci: «Personaggio di grande spessore umano». Grosso: «Lascia in eredità a tutti noi i suoi pensieri e le sue posizioni»

Piero dello Strologo aveva 8 quando, il 3 novembre 1943, fu costretto a scappare in Svizzera con la sua famiglia. Tornato a Genova dopo la Liberazione, aveva poi studiato nella facoltà di giurisprudenza. Era un antifascista, un uomo di sinistra, un difensore dei diritti e dell’inclusione. L’ultimo suo post pubblico su Facebook, nel dicembre scorso, riguarda la Dichiarazione dei diritti dell’uomo.

Nel 1990 era stato fondatore del Centro Culturale Primo Levi con il premio dedicato a, conferito a scrittori e intellettuali come David Grossman, Amos Oz, Adam Michnik, Liliana Segre, Willy Brandt, Leah Rabin, Steven Spielberg, Sebastião Salgado.

Commosso il saluto dell’Anpi: «Addio Piero Dello Strologo, grazie per l’impegno antifascista e la memoria della Shoah. Il primo giorno del nuovo anno porta una notizia tristissima: la scomparsa improvvisa di Piero Dello Strologo, già’ a capo della Comunità Ebraica genovese, fondatore e animatore del Centro Culturale Primo Levi, figura forte e di riferimento nell’impegno antifascista e nel mantenere viva la memoria della Shoah. Come Anpi provinciale di Genova vogliamo ricordare con gratitudine anche le iniziative comuni, come la marcia in ricordo del rastrellamento degli ebrei genovesi, e il suo costante impegno in difesa dei valori della Costituzione. Se ne va un uomo che avremmo voluto ancora a lungo con noi, con la sua intelligenza e la sua pacata determinazione. Ai figli Ariel e Emanuele e a tutta la grande famiglia di Piero, l’abbraccio e le condoglianze di tutta l’Anpi provinciale di Genova».

«Profonda vicinanza alla sua famiglia e a tutta la Comunità Ebraica per la scomparsa di Piero Dello Strologo». Così il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti e l’assessore alla Cultura Ilaria Cavo.
«Con Piero Dello Strologo se ne va una figura di grande cultura, riferimento autentico dell’antifascismo, anima culturale della città, strenuo difensore dei valori costituzionali – aggiungono Toti e Cavo – Già presidente della comunità ebraica genovese ha messo a disposizione le sue esperienze autentiche per fare testimonianza. A lui va il merito di aver fondato il Centro Culturale Primo Levi e, di seguito, l’omonimo premio internazionale dedicato a chi nella sua storia ha contribuito alla pace e alla giustizia per un mondo libero da pregiudizi, razzismo e intolleranza: nel 2019 ha consegnato il prezioso riconoscimento a Liliana Segre. Nel 2004, anno di Genova Capitale Europea della Cultura, fu tra gli artefici del Museo Ebraico che tuttora conserva le opere della collezione da lui fortemente voluta “Viaggio nel mondo ebraico” di Emanuele Luzzati. Il suo percorso culturale in ambito cittadino lo ha visto, tra l’altro, come protagonista del comitato scientifico di Palazzo Ducale. Da sempre attento al tema dei giovani e della loro formazione ha portato la testimonianza della Shoah nelle scuole. Proprio in questi giorni – concludono – era impegnato nella preparazione della prossima giornata della memoria prevista per il prossimo 27 gennaio. Sarà sicuramente anche quello un momento per ricordarlo».

«Con la sua scomparsa Genova perde un importante riferimento culturale e un personaggio di grande spessore umano. Alla sua famiglia vanno le più sentite condoglianze e la vicinanza di tutta la città» scrive sulla sua bacheca il sindaco Marco Bucci.

«Con la scomparsa di Piero Dello Strologo la città perde uno dei suoi punti di riferimento. Lascia in eredità a tutti noi i suoi pensieri e le sue posizioni – dice Barbara Grosso, assessore alla Cultura del Comune -. Porto con me il ricordo di un uomo presente, disponibile, pronto ad ascoltare. Contribuendo, con la sua esperienza, alla vita sociale e culturale della città».

I funerali saranno martedì mattina al Cimitero Ebriaco di Staglieno. Appena ne saremo a conoscenza, aggiungeremo l’ora esatta.

Alla famiglia Dello Strologo le condoglianze di GenovaQuotidiana, nel commosso ricordo di Piero, un uomo di vera cultura e ancor prima di veri valori.

In copertina: Piero Dello Strologo in una significativa foto di Emanuele Dello Strologo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: