Omicidio di Nada Cella, dopo 25 anni una donna indagata per omicidio

Annalucia Cecere indagata per omicidio. Il possibile movente: la gelosia. Nuovamente indagato il datore di lavoro, il commercialista Marco Soracco, questa volta per false dichiarazioni al Pm

Le nuove tecnologie applicate alle investigazioni e la caparbietà della criminologo Antonella Pesce che, su richiesta della famiglia della venticinquenne uccisa nel 1996 a Chiavari, nell’ufficio del suo principale, Marco Soracco. L’uomo era stato indagato e poi prosciolto dall’accusa di omicidio. È stato nuovamente indagato oggi, insieme alla madre Teresa Bucchioni, ormai anziana, ma questa volta per false dichiarazioni al pubblico ministero.
Indagata per omicidio, invece, Annalucia Cecere. Le nuove indagini della Squadra Mobile della Questura, coordinate dal procuratore capo facente funzioni Francesco Pinto e dal sostituto Gabriella Dotto, raccontano che la donna sarebbe stata innamorata del commercialista che, però, amava la segretaria, Nada Cella. Le indagini, che proseguiranno con l’analisi del Dna ritrovato sulla scena del delitto da parte del genetista Emiliano Giardina che domani sarà incaricato, dovranno stabilire se è la Cecere ad aver massacrato Nada Cella con un oggetto contundente mai ritrovato il 6 maggio del 1996, ma anche se Soracco e la madre hanno visto la donna uscire dall’ufficio tacendolo, però, in sede di interrogatorio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: