La Polizia sgombera 30 manifestanti a varco Etiopia. Solo 4 portuali. Fermato per resistenza un francese

Digos e Polmare, questa mattina, hanno allontanato i manifestanti del picchetto in lungomare Canepa, al varco Etiopia. Le operazioni si sono svolte pacificamente. Soltanto un cittadino francese ha opposto resistenza ed è stato portato in Questura

Soltanto 4 i portuali presenti, a testimonianza del fatto che più che una protesta dei lavoratori dello scalo si è trattato di un blocco no vax a cui hanno preso parte cittadini da varie parti d’Italia e, a giudicare dal fermo, anche dall’estero. I manifestanti bloccavano ponte Etiopia da 6 giorni, causando a tratti rallentamenti all’ingresso in porto. Per compensare il varco chiuso era stato tenuto aperto varco San Benigno da cui di solito si accede al terminal traghetti.

Il picchetto a varco Etiopia, che non ha mai superato le 200 presenze, era già piuttosto ridotto da ieri, quando il maltempo aveva convinto i più ad abbandonare la postazione. L’accesso al porto non è mai stato completamente bloccato, ma le operazioni sono state fortemente rallentate e l’occupazione intermittente di lungomare Canepa ha causato disagi alla circolazione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: