La Gdf scopre commercio sui social e sulle chat di orologi falsi online

Erano tutti dotati di certificati d’origine e garanzia, sigilli e libretti di istruzioni, il tutto rigorosamente falso


INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI VACCINI

I finanzieri della Tenenza di Rapallo, nel corso dell’intensificazione dei controlli finalizzati al contrasto del commercio illegale di prodotti contraffatti venduti on line, hanno individuato tra Genova e Rapallo due soggetti che, con un sistema collaudato e professionale, commercializzavano orologi di lusso attraverso canali Social Network e chat, offrendo alla propria clientela una vasta scelta di marche, modelli, colori, accessori e materiali; dall’acciaio, all’oro, all’incastonatura di “finte” pietre preziose.

Le perquisizioni eseguite dalle fiamme gialle nei due appartamenti hanno consentito il rinvenimento di un centinaio di orologi (principalmente Rolex, Omega, Armani, Louis Vuitton, Gucci, ma anche molti altri), insieme ai rispettivi cofanetti, certificati d’origine e garanzia, sigilli e libretti delle istruzioni; il tutto rigorosamente falso.

Le indagini hanno consentito ai finanzieri di accertare come il commercio illegale si protraesse in maniera sistematica da circa 3 anni.

I due responsabili sono indagati dalla Procura della Repubblica di Genova e dovranno rispondere dei reati continuati ed in concorso di ricettazione e commercio illegale di prodotti con marchio di fabbrica contraffatto.

La produzione e la commercializzazione di prodotti contraffatti sono fonte di significative perdite di gettito fiscale, che si traducono in una diminuzione della crescita del Paese e in una riduzione dei servizi pubblici per i cittadini.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: