Pusher perquisito e arrestato a Principe dalla Polfer

Era in compagnia di un amico anche lui pregiudicato che, però, non aveva stupefacente con sé

Gli agenti della Polizia Ferroviaria di Genova Principe hanno arrestato, martedì scorso, un cittadino italiano di 56 anni residente a Savona, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’uomo, già gravato da diversi precedenti penali, era stato controllato nella zona dei binari sotterranei della stazione Principe mentre si trovava in compagnia di un altro soggetto, anche lui pregiudicato.

Il nervosismo palesato dai due durante il controllo ha spinto i poliziotti ad accompagnarli entrambi in ufficio, dove, in considerazione dei loro numerosi precedenti in materia di stupefacenti, sono stati sottoposti a perquisizione personale.

Il 56enne è stato trovato in possesso di due confezioni di cellophane trasparenti che racchiudevano una sostanza malleabile di colore marrone ed un terzo involucro contenente sostanza polverosa bianca, i cui successivi accertamenti tecnici effettuati dalla Polizia Scientifica hanno stabilito trattarsi di stupefacente, nello specifico di “derivati degli oppiacei”.

Ieri mattina, al processo per direttissima, il Giudice ha convalidato l’arresto disponendo nei suoi riguardi il divieto di ritorno nella provincia di Genova, in attesa della definizione del procedimento fissato per il prossimo 20 ottobre.

In copertina: foto d’archivio di controlli della Polfer a Principe

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: