comune 

Genova Jeans, la protesta corre sui cartelloni in tutta la città

Dopo il presidio di studenti e centri sociali, ieri, davanti alla sede della Biblioteca Universitaria dove si tiene una delle iniziative, molti dei cartelloni cittadini rilanciano le obiezioni già dettagliate ieri dai contestatori: il fatto che sia stato chiesto a giovani di lavorare gratis per fare da steward in occasione dell’evento e il mancato investimento del capitale pubblico speso per l’evento per scuola e sanità.

Tra le scritte: “Sfruttatori” (che allude all’utilizzo di steward non retribuiti, nemmeno con un rimborso spese, a fronte dell’ingente budget a disposizione); “No turismo da Crociera” (che si riferisce alla necessità di non portare a Genova altro turismo mordi e fuggi, ma un tipo di turismo che non consuma il territorio e porta maggiori ricadute) e tante croci sul logo della manifestazione.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: