Washington annulla per Covid la mostra genovese sul Barocco

“A Superb Baroque: Art in Genoa, 1600 -1750” è il titolo della mostra che era prevista nella capitale statunitense dal 26 settembre 2021 al 9 gennaio 2022 che, però, è stata fermata dalle autorità americane. Era già stata rinviata una volta per lo stesso motivo. A marzo dovrebbe aprire alle scuderie del Quirinale a Roma e una settimana dopo aprirà a Genova una mostra correlata

Tra i curatori, oltre a Jonathan Bober, Curatore e capo del dipartimento di stampe antiche National Gallery of Art di Washington, i genovesi Piero Boccardo e Franco Boggero, ai tempi in cui è stata preparata direttore del patrimonio storico e artistico presso la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Genova. Hanno partecipato all’elaborazione il Comune e i il personale dei Musei di Genova.

Genova perde un’occasione straordinaria che si vedrà se sarà possibile recuperare in futuro.

Al centro della mostra, a questo punto quella romana, sono le opere di noti pittori della scuola genovese (Bernardo Strozzi, Giovanni Benedetto Castiglione e Alessandro Magnasco) e altre di pittori italiani e stranieri che furono attratti dal fiorente contesto cittadino (Peter Paul Rubens, Giulio Cesare Procaccini, Orazio Gentileschi, Anthony van Dyck e Francesco Solimena). La mostra include anche i lavori di artisti genovesi quali Valerio Castello, Domenico Piola e Gregorio De Ferrari. I complessi monumentali di chiese e residenze trovano invece rappresentazione in schizzi ad olio e modelli in scala. In mostra anche statue a grandezza naturale di maestri scultori tra cui Pierre Puget, Filippo Parodi e Anton Maria Maragliano e schizzi in terracotta, nonché repliche in bronzo di monumenti, oltre a spettacolari pezzi d’argento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: