La karateka genovese Viviana Bottaro vince il bronzo alle olimpiadi

La karateka genovese Viviana Bottaro, vicecampionessa mondiale nel 2012 e campionessa europea nel 2013 e nel 2017, ha conquistato la medaglia di bronzo nel karate specialità kata individuale. a Regione Liguria: «Complimenti Viviana!»


Un risultato storico per lo sport italiano e della nostra città. Lo ha centrato la karateka genovese Viviana Bottaro, che ha conquistato la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Tokyo 2020 nella specialità del Kata. Decisiva la vittoria sulla statunitense Sakura Kokumai nella finale per il terzo e quarto posto.

Viviana Bottaro, nata a Genova nel 1987, tesserata Fiamme Oro, insieme a Sara Battaglia e Michela Pezzetti, ha ottenuto il secondo posto a squadre ai Mondiali di Parigi 2012 dietro al Giappone. Insieme alle stesse compagne si è poi laureata per la prima volta campionessa europea ai campionati di Budapest 2013, oltre ad avere vinto la medaglia d’argento individuale. Il suo primo titolo continentale individuale arriva durante la successiva edizione degli Europei di Tampere 2014, dove Viviana si è presa la rivincita sulla spagnola Yaiza Martín Abello campionessa uscente.

Viviana Bottaro, impegnata nella categoria donne -67 kg (kumitè) e numero 3 al mondo della specialità, ha cominciato bene la prova chiudendo la sua pool al secondo posto, dietro la giapponese Kiyou Shimizu con il punteggio di 25.57 e qualificandosi per il successivo ranking round a tre. Qui ha ottenuto un punteggio ancora superiore, 26.46, che le è valso l’accesso alla finale per il bronzo che l’ha vista prevalere sull’americana Kokumai. Merito di un’ottima prova, ancora superiore alla fase precedente: il punteggio totale della karateka di San Fruttuoso è stato di 26.48 (18.62 per la parte tecnica e 7.86 per quella atletica).

L’altro bronzo (si disputavano due finali “di consolazione”) è andato a Grace Lau: la portabandiera di Hong Kong ha prevalso sulla turca Dilara Bozan. Medaglia d’oro infine per la spagnola Sandra Sanchez Jamie che ha avuto la meglio sulla nipponica Shimizu.

Il bronzo di Viviana Bottaro è la prima medaglia italiana nella storia del karate, disciplina che ha fatto il suo debutto proprio ai Giochi Olimpici di quest’anno.

34 anni da compiere il prossimo 2 settembre, Viviana Bottaro è stata la prima karateka italiana a qualificarsi ai Giochi olimpici di Tokyo. Un importante riconoscimento per la carriera dell’atleta genovese, da 15 anni ai vertici internazionali della storica arte marziale giapponese e con un palmarès da urlo: 26 medaglie tra Europei e Mondiali, di cui 3 d’oro, 10 d’argento e 12 di bronzo, fra squadra e individuale, a cui si aggiunge il bronzo di oggi.

Viviana Bottaro, come gli altri atleti genovesi qualificati alle Olimpiadi di Tokyo, aveva partecipato lo scorso 9 maggio alla cerimonia di consegna della bandiera di Genova alla presenza, tra gli altri, del vicesindaco Massimo Nicolò, dell’assessore ai grandi eventi Paola Bordilli e dei consiglieri delegati allo sport Stefano Anzalone e Vittorio Ottonello.

«Il terzo posto di Viviana Bottaro alle Olimpiadi di Tokyo – dichiara il sindaco di Genova Marco Bucci – è un’impresa straordinaria che ci rende davvero felici. La nostra karateka, prima di partire per il Giappone, aveva ricevuto a Palazzo Tursi la bandiera di San Giorgio, promettendo di portarla con sé in questa bellissima avventura. Oggi Genova festeggia con lei».

Foto: Coni

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: