*** Arpal: domani, lunedì 26 luglio, allerta meteo gialla ***

Dopo un periodo dal punto di vista meteorologico prettamente estivo, la Liguria sta per vivere una fase instabile con rovesci e temporali localmente anche forti, in particolare sul settore centrale della regione e i versanti Padani

ARPAL ha, dunque, EMANATO PER DOMANI, LUNEDI’ 26 LUGLIO, L’ALLERTA GIALLA PER TEMPORALI

Interessati i versanti Padani di Ponente e di Levante (le zone D ed E) e il settore centrale della regione (zona B).

L’allerta scatterà alle ore 6.00 e si concluderà alle 15.00.

Dopo alcune settimane caratterizzate da condizioni meteorologiche estive con temperature elevate (ieri massima di 33.4 a Riccò del Golfo, nello spezzino, massime sopra i 30 gradi a Genova e La Spezia) e rare precipitazioni,  la regione si appresta a sperimentare una fase meteorologica decisamente diversa.

Responsabile di questo cambiamento di scenario è una saccatura presente sulla Francia: oggi domenica 25 luglio, il flusso umido meridionale che la precede potrà dar luogo a rovesci e temporali sui versanti padani, in particolare quello occidentale, e il settore centrale della regione (in mattinata deboli precipitazioni si sono registrate tra valle Stura e Ponente genovese). La saccatura, poi, avanzerà lentamente da ovest verso est rinnovando e accentuando le condizioni di instabilità con possibili rovesci o temporali sparsi anche forti, in particolare tra la notte e la mattinata di domani, lunedì 26 luglio. I fenomeni sono previsti soprattutto sul centro della regione e i versanti Padani,  ed andranno attenuandosi dal pomeriggio; l’instabilità, però, permarrà anche tra la notte e la mattina di martedì 27 luglio con possibili fenomeni temporaleschi specie sul centro Levante della regione.

Da segnalare anche il rinforzo dei venti meridionali (mentre questa mattina una raffica settentrionale ha toccato  96.8 km/h a Fontana Fresca, nel comune di Sori in provincia di Genova).

Ecco i fenomeni previsti dall’Avviso meteorologico emesso questa questa mattina:

OGGI, DOMENICA 25 LUGLIO: un flusso umido meridionale determina condizioni di instabilità con possibili rovesci o isolati temporali specie su B, D e parte occidentale di E. Bassa probabilità di temporali forti con possibili allagamenti localizzati e danni puntuali per raffiche di vento/trombe d’aria, grandine e fulmini, piccoli smottamenti. Osservare le opportune norme di autoprotezione. Venti meridionali localmente forti (40-50 km/h) su BC e sui rilievi di DE in graduale attenuazione. Mare molto mosso su BC in calo. Disagio fisiologico per caldo su ABC.

DOMANI, LUNEDI’ 26 LUGLIO: Ulteriore aumento dell’instabilità con possibili precipitazioni di intensità fino a forte specie sul centro della regione tra la tarda notte e la mattinata. Alta probabilità di temporali forti e organizzati su BDE, bassa probabilità altrove. Tendenza ad attenuazione dei fenomeni dal pomeriggio. Locali condizioni di disagio fisiologico per caldo afoso specie nelle aree urbane e nelle valli interne poco ventilate.

DOPODOMANI, MARTEDI’ 27 LUGLIO: Persistono condizioni di instabilità con possibili rovesci e temporali anche moderati specie su BCE, più probabili nella prima parte della giornata. Seguire i prossimi aggiornamenti. Locali condizioni di disagio fisiologico per caldo afoso specie nelle aree urbane e nelle valli interne poco ventilate.

Ricordiamo la suddivisione in zone del territorio regionale:

A: Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa

B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno

C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Val Fontanabuona e Valle Sturla

D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida

E: Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia

La Sala Operativa Regionale resterà aperta per tutta la durata dell’allerta.

In caso di eventi intensi, durante l’allerta sarà pubblicato il monitoraggio sul sito https://allertaliguria.regione.liguria.it, inviato anche tramite Twitter (segui @ARPALiguria).

Nelle immagini la cartina della Liguria con le zone d’allertamento, la tabella con la scansione oraria dell’allerta e lo scatto del satellite sul Mediterraneo delle ore 12.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: