Muore in casa lo scrittore La Fauci. La madre, rimasta senza cure, muore dopo di lui

Tragedia a Marassi dove questa mattina la Polizia ha trovato i corpi nella casa di via Masina. L’anziana donna, inferma, sarebbe deceduta perché senza il figlio, morto per cause naturali, non poteva provvedere a se stessa

Christian La Fauci doveva ancora compiere 46 anni. Scriveva libri sul calcio inglese “dei vecchi tempi”, quello dei valori e della sportività. Era genoano, gestiva una trasmissione radiofonica su radio Cruijff e due pagine Facebook dedicate proprio ai temi che gli erano cari. Gli amici lo raccontano come una persona taciturna e molto sensibile, un mite con una cultura immesa. Il suo ultimo post su Facebook risale al 5 luglio scorso.

Christian era molto legato ai genitori. Il padre era morto qualche tempo fa e lui si dedicava completamente alla madre, anziana e inferma. Stamattina, quando grazie a un amico che aveva le chiavi, la Polizia di Stato è riuscita a entrare nella sua casa si è trovata davanti una scena tragica: lui deceduto e anche la madre morta. Si ipotizza che la donna sia mancata dopo il figlio perché senza di lui nessuno poteva curarla e accudirla, darle da mangiare, provvedere a lei.

Genovese di nascita, da sempre appassionato alle vicende calcistiche d’oltremanica (un mondo scoperto per caso durante l’infanzia), una passione nata di conseguenza che lo ha spinto ad essere costantemente informato sugli avvenimenti del momento e ad andare a cercare, nel corso degli anni aveva studiato il calcio inglese a ritroso nel tempo, “collezionando” episodi legati al passato e inerenti a calciatori, squadre e partite del calcio d’oltremanica. Un calcio e un modo di viverlo che fa storia a sé, nei luoghi dove questo sport ha avuto origine e dove è parte integrante della cultura del posto.

La Fauci (a sinistra) con l’amico Simone il giorno della presentazione del suo ultimo libro

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: