Il 21 luglio “Ultimo spettacolo – Il Cinema Nazionale: a Genova, sì, me lo ricordo”

Docuserie di Fabio Giovinazzo con la collaborazione di Andrea Benfante e Mike fC Ferroni. Presso l’Auditorium Municipale di via Molassana 74c/R alle ore 17:30 con la presenza del regista e autore

Raccontare il Cinema Teatro Nazionale di Molassana, a Genova, senza cedere a una rovina che pare non avere confini morali e sociali quindi i ricordi della gente come unico ed esclusivo riconoscimento.

Anteprima a Genova mercoledì 21 Luglio presso l’Auditorium Municipale di via Molassana 74c/R alle ore 17:30 con la presenza del regista e autore Fabio Giovinazzo

Un lavoro di analisi sociale in forma cinematografica che fa emergere una ben precisa documentazione storica dalle schermaglie immaginifiche della memoria, quindi un modo per raccontare il territorio con uno stile proprio e senza retorica: è l’opera cinematografica che il regista Fabio Giovinazzo ha portato a termine sul Cinema Nazionale di Molassana, una docuserie composta da 11 episodi e che per la prima volta sarà mostrata ad un pubblico presente in sala.
Tante e diverse le testimonianze raccolte: dal semplice affezionato che portava la famiglia ogni domenica alle proiezioni, al famoso partigiano Giordano “Giotto” Bruschi, dalla signora che da ragazzina abitava in un appartamento dentro la struttura, al presidente del Municipio IV Media Val Bisagno Roberto D’Avolio. Molti coloro che hanno voluto prestare volto e parola per raccontare quello che ha rappresentato questo cinema-teatro, ora abbandonato al centro del quartiere.
“Quello che è emerso da questo intenso viaggio tra la gente di Molassana – dice Giovinazzo – è la volontà di riprendersi quel luogo, non soltanto per le possibilità che a livello culturale e sociale il Nazionale può offrire al quartiere, ma anche e soprattutto per quel sentimento di libertà, di voglia di sognare e, infine, di bellezza che tale struttura evoca. Io stesso ne sono testimone: benché abbandonato all’incuria, ne sono stato ispirato e ho voluto farlo rivivere con la mia arte”.
Un lavoro di raccolta e ricordo con uno sguardo al futuro – quello ideato e diretto da Fabio Giovinazzo con la collaborazione dell’attore e artista Andrea Benfante e del cantautore e rapper Mike fC Ferroni – che è stato recepito con favore anche dalle istituzioni e dalla politica, oltre che dalle persone del territorio. La possibilità di far nascere un film da questo lavoro e un coinvolgimento attivo del quartiere e degli attori istituzionali può essere un continuum ideale di questo percorso.

per le misure anti-covid la partecipazione all’evento sarà consentita solo prenotandosi all’indirizzo
manifestazionimunicipio4@comune.genova.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: