Nave carica di rotoli d’acciaio da Cornigliano a Savona per aggirare lo sciopero ex Ilva

Le denunciano i portuali della Compagnia Unica savonese in un volantino in cui esprimono solidarietà ai metalmeccanici dipendenti della Arcelor Mittal che stanno lottando per non essere messi in cassa integrazione e domani si recheranno in corteo in Prefettura

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

«Veniamo a conoscenza del fatto che in queste ore si stia discutendo sulla possibilità di spostare una nave di coils e le relative operazioni di sbarco, rischiando di promuovere la sostituzione involontaria dei lavoratori genovesi in sciopero – spiegano i portuali del Culp nel loro volantino – su questo punto non possiamo che esprimere il nostro disappunto, e preoccupazione, chiedendo a tutte le parti in causa l’uso del buonsenso nel rispetto dei lavoratori e delle loro famiglie. Riteniamo inoltre, che tali situazioni debbano essere scoraggiate dalle autorità e dagli enti preposti al controllo e allo sviluppo, economico e sociale del porto di Genova-Savona».
Se davvero la nave dovesse essere dirottata, sarebbe una ulteriore dichiarazione di guerra di Arcelor Mittal nei confronti degli operai che stanno protestando per evitare la cassa integrazione per 900 persone. Gli animi sono surriscaldati e la rigidità dell’azienda non fa che esacerbare il conflitto. Quella di domani sarà una calda giornata.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: