È l’incubo dei bar di Piazza Vittorio Veneto. Denunciata per atti persecutori

Alla vista della Polizia, con uno scatto ha scaraventato i piatti per terra lanciandone alcuni contro gli agenti, urlando e minacciandoli. In diversi casi ha addirittura  aggredito e percosso i negozianti, più volte ha lanciato le stoviglie contro chi la contrastava. Gli esercenti, in questi mesi, oltre a perdere clientela e denaro, hanno vissuto in un vero stato di ansia, paura ed esasperazione

La Polizia di Stato di Genova ha denunciato una 33enne rumena, pluripregiudicata, per atti persecutori e resistenza a Pubblico Ufficiale, sanzionandola anche per ubriachezza

Ieri pomeriggio la volante del Commissariato Cornigliano è intervenuta in un bar kebab di Sampierdarena perché la donna passava tra i tavolini e rubava il cibo ai clienti, facendoli fuggire. Sul posto la 33enne, già conosciuta dagli operanti, era tranquillamente seduta intenta a mangiare le pietanze altrui. Alla vista della Polizia, con uno scatto ha scaraventato i piatti per terra lanciandone alcuni contro gli agenti, urlando e minacciandoli. Mentre veniva calmata e condotta in Questura per gli atti di rito, altri esercenti si sono avvicinati ai poliziotti per raccontare delle persecuzioni che la donna stava mettendo in atto da almeno tre mesi. Tutti i giorni, più volte al giorno, sempre ubriaca, è solita fare il giro dei bar della zona rubando le pietanze ai clienti, intimidendo i proprietari, consumando ai tavolini alcolici acquistati altrove e obbligando i baristi a servirle cibo e acool gratis con la minaccia di far chiudere il locale a forza di importunare gli acquirenti. 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: