Tè danzante e Villa Bombrini torna ai fasti dell’Ottocento

La Compagnia Italiana di Teatro e Danza, in collaborazione con il Genova Liguria Film Commission, il Centro Studi Amadeo P. Giannini e la Società per Cornigliano riporta la bellissima Villa Bombrini di Cornigliano ai fasti ottocenteschi con una manifestazione che non ha eguali nell’attuale panorama italiano

Osservando tutte le prescrizioni anti-Covid19, i danzatori di Compagnia Italiana Teatro e Danza daranno vita il 4 giugno a un vero e proprio “tè danzante”, sul modello della buona società ottocentesca. Le danze, di epoca della Reggenza, verranno eseguite nella sala del piano terra e nello splendido giardino. Terminato il tè, i danzatori provenienti da Genova, Milano, Como, Roma prenderanno parte a uno stage tecnico guidato dalla maestra Livia Ghizzoni presidente e direttrice artistica della Compagnia, ballerina professionista formata all’Académie di Monte Carlo e al Victor Ullate Ballett.

  Il 5 giugno, Gran Ballo nel salone superiore, in stile 1860, verranno vissuti i fasti delle corti austriaca, russa, francese e inglese con l’esecuzione di quadriglie, polke, mazurke, valzer e danze corali. Grazie a particolari accorgimenti coreografici, sarà possibile per i danzatori ballare mantenendo un adeguato distanziamento, così come dettano le regole antipandemia.

«Con piacere Genova-Liguria Film Commission collabora a questa iniziativa di pregio che valorizza non solo Villa Bombrini ma che mette anche in evidenza un nuovo servizio che si può mettere a disposizione delle case di produzione – dice Cristina Bolla Presidente della Fondazione Genova Liguria Film Commission -.Abbiamo già collaborato nel mese di febbraio alla realizzazione di un video, in stile “Bridgerton”, che stiamo mostrando alle più importanti case di produzione nazionali ed internazionali».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: