Nuovamente fermo l’ascensore Cantore-Villa Scassi e il sito Amt (per colpa di Google) consiglia di farsela a piedi

Siamo andati sul sito di Amt per capire cosa consiglia il programmatore di viaggio. Il suggerimento, una volta giunti in via Cantore, è quello di fare la strada a piedi per 300 metri “da scalatore”, in faticosa salita

Considerando l’ascensore raggiunge l’ospedale, frequentato da malati e loro parenti, non di rado anziani, non sembra una fulgida idea. Tra l’altro, il programmatore segna in 5 minuti il tempo necessario. Forse per chi è in buona salute e in percorso piano, non certo per malati ed anziani su una salita da Pordoi.
In realtà, per fortuna, è stato attivato il servizio bus sostitutivo.
Resta l’ennesimo stop di un impianto nato disgraziato, più fermo che in marcia.

Aggiornamento: alle 13:15 l’ascensore era funzionante. Si è fermata alle 15:10 la funicolare Zecca-Righi che si era fermata il 28 maggio e 2 volte il 20 maggio mentre quella di Sant’Anna s’era fermata il 21 e 22 maggio.

Per quanto riguarda il programmatore di viaggio, ad Amt spiegano che il sito, per calcolare il percorso, si appoggia a Google Maps a cui vengono mandati tutti gli orari, compresi quelli degli ascensori, che però non vengono inseriti né viene segnalata la presenza degli impianti verticali quando si pianifica un viaggio. Abbiamo provato anche con gli ascensori di Lisbona passando dal sito di Carris (l’azienda di trasporto pubblico locale) e finendo, come nel caso di Amt, sul calcolatore di percorso di Google Maps. Anche lì, l’itinerario consigliato è pedonale. Abbiamo provato due ascensori, quello della Bica e quello di Santa Justa, tra la Baixa e il Chiado, con analogo risultato.

Amt proverà, comunque, a convincere Google a inserire gli ascensori e segnalerà sul sito che la pianificazione non li prevede, ma esistono.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: