Anpi chiede una strada per Cerofolini, Bucci dice sì, ma la minoranza di Tursi presenta (dopo) una mozione

La mozione, primo firmatario Gianni Crivello, è sottoscritta da tutti i consiglieri dei partiti di minoranza (Lista Crivello, M5s, Italia Viva, Chiamami Genova e Italia Viva) compreso Santi (Gruppo misto) e ricalca la richiesta dell’Associazione Nazionale Partigiani, ma giunge dopo che ieri Marco Bucci aveva già aderito alla richiesta

«Raccolgo con favore la proposta di Anpi di dedicare un luogo della città alla memoria del compianto sindaco di Genova Fulvio Cerofolini – aveva scritto ieri il Sindaco sulla sua pagina Facebook. A dieci anni dalla sua scomparsa ricordiamo un uomo che ha saputo servire Genova con grande spirito e passione. La sua figura è ancora viva oggi tra i cittadini che ne hanno apprezzato soprattutto il volto umano e la sua vicinanza alle persone»

Nonostante la pubblica dichiarazione, la minoranza della Sala Rossa, a cui tutto è passato sopra la testa (visto che la questione s’è risolta con richiesta Anpi-assenso di Bucci), ha deciso di mettere comunque “la firma” sull’intitolazione già assicurata impegnando formalmente (recita la formuletta delle mozioni) «il Sindaco e la Giunta» a trovare una strada o una piazza a dedicare al sindaco-sindacalista (era stato segretario provinciale del sindacato autoferrotranvieri di Genova) eletto consigliere comunale nel 1860, assessore (al decentramento) nel 1969, primo cittadino per oltre 10 anni, dal 2 aprile 1975 al 13 ottobre 1985, quindi parlamentare, presidente del Consiglio Regionale e difensore civico del Comune di Genova e per molti anni presidente provinciale dell’Anpi di Genova. È sepolto nel Pantheon di Staglieno tra i cittadini genovesi più illustri. Due giorni fa è stato il decennale della morte.

«Fulvio Cerofolini è stato una figura significativa del movimento antifascista, ha saputo declinare e promuovere con passione e intelligenza gli ideali e i principi della Lotta di Liberazione» recita la mozione, che la minoranza (forse sarcasticamente) si auspica ampiamente condivisa dal consiglio. C’è da scommettere che una decisione già presa diventerà, invece, occasione per l’ennesimo ring politico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: