Bucci: «Sono caduto in casa, 6 costole fratturate e una vertebra incrinata. Lavorerò in smart working»

In un post su Facebook il sindaco spiega cosa è successo. E assicura, scherzando: «Per chi avesse dubbi sull’efficienza operativa c’è chi può confermare che le “urla” arrivano a Tursi anche da Carignano»

«A causa di uno svenimento improvviso (sindrome vagale) accadutomi nella notte tra martedì e mercoledì scorsi, sono caduto violentemente in casa sbattendo contro porte ed oggetti vari procurandomi la frattura di sei costole sul lato destro, di cui due scomposte, ed una incrinatura sulla vertebra C7 – spiega il Sindaco -. Sarò costretto a rimanere a casa per circa tre settimane con il collare di supporto, senza poter uscire e tantomeno partecipare a eventi»

«Ringrazio tutto il personale del Pronto Soccorso dell’Ospedale Galliera, diretto dal Professor Paolo Cremonesi, per l’assistenza che mi hanno fornito e per la straordinaria professionalità con la quale svolgono il loro lavoro – continua Bucci -.Voglio rassicurare i cittadini che potrò continuare l’attività lavorativa attraverso le modalità di “Smart Working” – di cui siamo ormai tutti esperti – nell’attesa di poter ritornare a Palazzo Tursi. Per chi avesse dubbi sull’efficienza operativa c’è chi può confermare che le “urla” arrivano a Tursi anche da Carignano. Un saluto a tutti i genovesi e un augurio di buona salute per tutti!». Poi la bandiera di Genova.

Le reazioni

Gruppo Pd Comune di Genova

«Al sindaco Marco Bucci, vittima di un malore a causa del quale dovrà osservare un periodo di convalescenza, vanno i nostri auguri di pronta guarigione certi che, dopo queste tre settimane di dibattito in “smart working”, torneremo come sempre  a confrontarci nelle aule istituzionali» 

Gruppo M5S Comune di Genova

«Abbiamo appreso che il sindaco Marco Bucci è stato vittima di una caduta in casa procurandosi la frattura di sei costole e un’incrinatura della vertebra C7. Al primo cittadino, come MoVimento 5 Stelle Genova auguriamo una pronta guarigione e condividiamo il plauso al personale del Pronto Soccorso che gli ha prestato le cure del caso: la nostra Sanità è certamente un’eccellenza grazie proprio alla professionalità di chi vi opera e per questo dovremmo migliorare costantemente le loro condizioni di lavoro, mettendoli nelle condizioni di soccorrerci in modo ottimale per tutti quando il fato ci riserva sorprese poco gradite. Avremo certamente modo di parlarne a Palazzo Tursi. Nell’attesa di tornare a confrontarci in presenza, a Bucci rinnoviamo il nostro augurio di buona convalescenza».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: