Toti: «Liguria prima in Italia per somministrazione dei vaccini consegnati». Fascia gialla confermata

Accordo con la categoria per fare tamponi in tutte le farmacie. Il servizio potrà essere offerto anche negli hotel grazie ad accordi con le associazioni di categoria. Dehors: le verande devono avere almeno 2 lati aperti verso l’interno

Il presidente della Regione ha detto che in Liguria è stato stato somministrato oltre il 90% dei vaccini consegnati. È vaccinato il 26% della popolazione a fronte di una media italiana del 22%.

Ecco la Faq della Regione sui dehors

Quali sono le condizioni per poter svolgere l’attività di ristorazione all’interno di un dehor/veranda esterna?
Risposta: Ai sensi dell’art. 4 del D.L. n.52/2021 a partire dal 26 aprile 2021, sono consentite le attività dei servizi di ristorazione svolte da qualsiasi esercizio (tra cui bar, ristoranti, pasticcerie, gelaterie ecc.) con consumo al tavolo esclusivamente all’aperto, anche a cena, nel rispetto dei limiti orari previsti per gli spostamenti (dalle 5.00 fino alle 22.00), nonché da protocolli e linee guida adottati ai sensi dell’articolo 1, comma 14, del decreto legge n.33 del 2020.
Si ritiene che possano connotare tale condizione anche verande esterne o dehors con strutture/coperture complesse, purché vengano mantenute aperte almeno due o più pareti perimetrali.

Per quanto riguarda i tamponi in farmacia, il presidente dei farmacisti Castello ha detto che sarà possibile ottenerli tra una settimana o 10 giorni. Saranno a pagamento e non a carico del servizio sanitario nazionale, ma sarà calmierato. Il tampone si potrà effettuare nelle farmacie o gazebo esterni vicini. Il prezzo massimo varierà da 20 euro per i tamponi di prima generazione a 35 euro per quelli di seconda o terza generazione.

Articolo in aggiornamento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: