Anarchico 37enne sospettato del rogo nella rimessa di Marassi della Polizia locale

L’incendio era stato appiccato alle 5 del mattino del 25 giugno scorso. Qualcuno aveva tranciato la catena e si era introdotto, appiccando il fuoco a uno degli scooter, quello che si trovava al centro, probabilmente perché le fiamme si trasmettessero, poi, a tutti gli altri mezzi. Il tempestivo intervento dei vigili del fuoco aveva limitato i danni

L’uomo, indagato dalla Procura, era stato arrestato qualche giorno fa dalla Digos perché deve scontare un cumulo di pene superiore a 4 anni. Potrebbe essere tra i partecipanti al blitz incendiario nella rimessa del 3º distretto. A provarlo potrebbero essere il dna che potrebbe essere trovato dal laboratorio di genetica della polizia scientifica di Torino sul tappo di una tanica di benzina trovato poco lontano dal luogo dell’incendio. Se la rilevazione darà esito positivo, il dna che sarà ritrovato sarà comparato a quello dell’anarchico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: