Letterine a Babbo Natale, le Poste recapitano le risposte ai bambini

Nella scuola elementare G. Embriaco le letterine di 120 alunni esprimono sogni, speranze e desideri

In questo 2020 segnato dalla pandemia globale Poste Italiane ha deciso di rinnovare l’appuntamento con la tradizione e raccogliere “speranze e desideri” dei bambini.

Si tratta del consueto appuntamento natalizio de “La Posta di Babbo Natale” che prevede, da parte di Poste Italiane, l’invio di una risposta a tutti coloro, piccoli e grandi, che hanno inviato una missiva natalizia a Babbo Natale, imbucandola nelle cassette d’impostazione lungo le strade della provincia o inviandola tramite i 159 uffici postali genovesi.

Poste Italiane ha messo a disposizione anche quest’anno la propria rete logistica per il consueto appuntamento e ad oggi moltissime sono state le letterine intercettate nei centri di smistamento, dove un team speciale di segretari/e di Babbo Natale ha raccolto le missive spedite al vecchio Santa Claus, tutte dirette al Polo Nord, a Rovaniemi, ma anche al Circolo polare Artico, in Lapponia, alla casa degli Elfi, in Via delle Stelle o in Corso della Via Lattea.

A Genova ha aderito all’iniziativa anche l’Istituto Comprensivo Centro Storico dove, con il supporto delle insegnanti, 120 alunni delle classi 1ª 2ª e 3ª della scuola elementare G. Embriaco hanno assemblato in grandi cartelloni, realizzati a più mani, le loro richieste, sogni, desideri e speranze. Molte le frasi e i pensieri dedicati all’emergenza sanitaria: “Caro Babbo Natale vorrei che il Covid finisse molto presto, perché mi piace abbracciare le mie amiche!; “Quest’anno il regalo più grande saranno la compagnia e l’amore di chi amiamo” .

Per ognuno dei piccoli autori genovesi è già arrivata la risposta di Babbo Natale.

Navigando fra le pagine del sito www.lapostadibabbonatale.posteitaliane.it sarà possibile scaricare i disegni da colorare e stampare la lettera di risposta di Babbo Natale.

È stata anche attivata l’App “Zen e Zero” (disponibile su Google Play e Apple Store) con il cooking game più divertente delle feste. Per ciascun partecipante, la missione sarà quella di scoprire se il sapore del Natale è lo stesso in tutto il mondo, grazie ai due chef di Babbo Natale, Zen e Zero, che aiuteranno i bambini durante il gioco.

Il progetto, che ha come sempre una finalità educativa e sostenibile, quest’anno ha lo scopo di sensibilizzare grandi e piccoli sul tema della corretta alimentazione. Per questo Poste Italiane ha deciso di sostenere Unicef e tramite il link presente sia sul sito che sull’App sarà possibile donare una piccola somma per garantire latte e alimenti terapeutici ai bambini che ne hanno bisogno.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: