Arrestato il rapinatore delle metro grazie all’indagine del Commissariato Centro

In manette un ventottenne che ha messo in atto 3 rapine all’interno delle stazioni della metropolitana. Ha minacciato le vittime con un punteruolo

Nella giornata di ieri gli agenti del Commissariato Centro hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di J. A. 28 anni di origini gambiane, irregolare sul territorio nazionale, con diversi precedenti inerenti lo spaccio nonché reati contro il patrimonio.

I fatti risalgono al 29 settembre u.s. quando, nell’arco di una sola giornata, il cittadino gambiano ha posto in essere 3 rapine all’interno delle stazioni metro.

La prima è avvenuta alle 6.30 presso la stazione metro San Giorgio; qui veniva avvicinato un signore in attesa della metro e, con la scusa di chiedere l’elemosina, si avvicinava allo stesso e, puntandogli un punteruolo di 20 cm, si faceva consegnare il contenuto del proprio portafogli.

Poche ore più tardi, ossia alle ore 9.30 dello stesso giorno presso la stazione metro di Sarzano, si concretizzava la seconda rapina; anche qui stesso modus operandi ossia avvicinamento della vittima con la scusa dell’elemosina e, al rifiuto della stessa e approfittando della sua distrazione, riusciva ad asportare dalla borsa aperta che la signora portava a tracolla, il cellulare e 50 euro per poi spintonare la vittima e darsi alla fuga.

Il terzo fatto è avvenuto alle ore 20.00 del 29 settembre presso la stazione metro di Sarzano. Adottata anche qui la stessa strategia, riusciva a strappare di mano il cellulare della vittima che però non si dava per vinta e, dopo qualche spintone, riusciva a recuperarlo e mettere in fuga il rapinatore.

La sezione Investigativa del Commissariato Centro, si è immediatamente attivata per recuperare le immagini dei luoghi interessati dai fatti e, grazie alle denunce delle vittime nonché ai riconoscimenti delle stesse, si riusciva ad identificare l’autore delle rapine a cui nella giornata di ieri è stata notificata la custodia cautelare in carcere.

Tuttavia le indagini proseguiranno per capire se lo stesso si è reso protagonista di altri furti perpetrati nel centro storico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: