Arpal: «Genova la linea temporalesca deve ancora arrivare»

Lo scrive alle 23:20 Arpal che spiega <È attesa ancora una insistenza dei fenomeni sul ponente almeno per le prossime 3 ore con coinvolgimento progressivo anche dei settori centrali; nel corso della notte poi, la linea temporalesca, che anticipa il fronte freddo, attraverserà il resto della regione con precipitazioni diffuse anche forti>

La situazione meteorologica risulta stazionaria e particolarmente critica: precipitazioni diffuse, a carattere temporalesco, persistono sul Ponente Ligure con intensità forti o molto forti (Triora 114 mm/3h, 48 mm/1h, Poggio Fearza – Montegrosso di Pian Latte 87 mm/3 h, 45 mm/1h, Pieve di Teco 84 mm/3 h, Sella di Gouta – Apricale 63 mm/3h).

Venti di burrasca forte o tempesta generalmente da Sud, Sud-Est su tutte le coste e sui rilievi (raffiche fino 97 km/h Genova Punta Vagno, 96 km/h Ventimiglia, 87 km/h Loano Marina, 125 km/h Colle di Cadibona Savona, 147 km/h Tanadorso Ronco Scrivia, 190 km/h Fontana Fresca Sori, 114 km/h Framura).

I venti continueranno a soffiare con intensità sostenuta, su tutte le zone, raggiungendo e superando diffusamente i 100 km/h; dalle ore centrali della notte è prevista una graduale rotazione dei flussi da Sud-Ovest ad iniziare da Ponente. Moto ondoso ancora molto agitato su tutte le zone, con mareggiate intense, in particolare sulle coste esposte alle onde da Sud, Sud-Est (altezza d’onda significativa 5 m e periodo 8-9 sec).

Una portata di piena eccezionale è in transito in queste ore sul fiume Roya, dove il massimo livello registrato alla stazione idrometrica di Airole è superiore agli 8 metri sullo zero idrometrico e rappresenta uno dei massimi storici. Nell’asta terminale, a Ventimiglia, sono in atto locali esondazioni.

Anche su Nervia, Argentina e Arroscia (il maggiore tributario del Centa) le portate sono in aumento e sono segnalate le prime criticità.
Nelle prossime ore, data la prevista persistenza delle precipitazioni, le portate dei corsi d’acqua citati saranno ancora in crescita; successivamente anche nel resto della regione saranno possibili criticità soprattutto nei bacini interessati dalle piene di questa mattina (Aveto, Entella, Petronio, Vara).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: