I tre giorni della Gigi Ghirotti nel centenario della nascita

Tre giornate per far conoscere a tutti i genovesi l’associazione Gigi Ghirotti Onlus, per raccogliere fondi e, soprattutto, per approfondire la delicata tematica del “fine vita”. Ritorna l’appuntamento con “Non Ti Scordar di Me”, l’iniziativa promossa dall’associazione presieduta da Franco Henriquet

Chi era Gigi Ghirotti? Un giornalista che, dopo aver militato nelle file del “Partito d’azione” delle formazioni partigiane, dal 1945 incominciò l’attività giornalistica ne “Il Giornale di Vicenza”. Successivamente scrisse per “La Stampa” dal 1950 al 1958, per “L’Europeo” dal 1958 al 1960 e nuovamente per “La Stampa” dal 1960 fino alla scomparsa, a 53 anni, nel 1974.
Nel 1972 gli fu diagnosticato un linfoma di Hodgkin. Lottò per due anni contro il male attraverso una lunga trafila di ricoveri nelle strutture ospedaliere pubbliche. Nella trasmissione televisiva Rai “Orizzonti della Scienza e della Tecnica”, il 27 maggio 1972 disse: <Ho un cancro e lo so, parliamone insieme>. Nel 1973 condusse un’inchiesta giornalistica per la Rai-Tv come “l’inviato dal tunnel della malattia” sulla condizione e i diritti dei malati, in particolare i meno abbienti, descritti più volte come vittime dell’inadeguatezza dell’assistenza delle strutture sanitari pubbliche e dell’isolamento che viveva in prima persona. Raccontò la sua esperienza di malato nel libro Lungo viaggio nel tunnel della malattia e in alcuni articoli pubblicati su “La Stampa”.

Le tre giornate genovesi si apriranno venerdì 2 ottobre con il convegno presso la Sala Quadrivium (ore 16) dal titolo “Cronisti nel tunnel della malattia”. Poi, sabato 3, appuntamento in largo Sandro Pertini (vicino al Teatro Carlo Felice) con un ricco programma di ospiti (dalle 10 alle 19). Un’occasione per conoscere medici, equipe tecnica e volontari che sono quotidianamente impegnati a sostegno di migliaia di famiglie. Infine, domenica 4, appuntamento sul sagrato di oltre 10 chiese, dal ponente al levante, con le bustine di semi dei fiori “Non Ti scordar di Me” che saranno distribuite a tutti coloro che doneranno a favore dell’associazione.

“Saranno tre giornate intense – spiega Franco Henriquet, presidente della Gigi Ghirotti Onlus – in cui saremo impegnati per far conoscere sempre di più la nostra associazione, la nostra missione e le persone che sono al nostro fianco. Sarà anche un importante momento per autofinanziarci. Purtroppo in questi mesi durissimi molti eventi non si sono svolti e sono venute a mancare tradizionali raccolte fondi a noi dedicate. La Gigi Ghirotti però non si è fermata e continueremo a operare al meglio delle nostre possibilità. Per questo sarà molto importante l’aiuto che ci arriverà in queste giornate”.

“Come Comune di Genova ci sentiamo vicini a un’associazione che fa del bene al territorio occupandosi dell’assistenza ai malati e di promuovere le cure palliative – dice Paola Bordilli, assessore ai Grandi Eventi del Comune di Genova -. Nel centenario della nascita di Gigi Ghirotti è importante che vengano ricordati il suo messaggio e il suo coraggio nella lotta alla malattia, come fa l’associazione che porta il suo nome. Il Comune supporta l’associazione, aiutandola a far conoscere la sua attività. Invito pertanto i genovesi a partecipare a “Non ti scordar di me”, andando a incontrare volontari e operatori in piazza davanti al Carlo Felice e partecipando alla raccolta fondi nelle dieci chiese di Genova coinvolte”.

Il Convegno “Cronisti nel tunnel della malattia” sarà introdotto da Franco Henriquet e moderato da Filippo Paganini, presidente dell’Ordine dei Giornalisti. Sarà proiettato il filmato dedicato al giornalista Gigi Ghirotti “Il lungo viaggio nel tunnel della malattia”. Interverranno Alberto Sinigaglia, Presidente Ordine Giornalisti del Piemonte, Vincenzo Morgante, Presidente Fondazione Nazionale Gigi Ghirotti, Luca Ubaldeschi, Direttore del quotidiano “Il Secolo XIX”, Maura Marogna, Medico Neurologo Asl 3 Genovese e Associazione Gigi Ghirotti, Luisella Battaglia, Presidente Istituto Italiano di Bioetica, Franco Manti, Docente di Filosofia Morale Università di Genova, Luisa Stagi, Docente di Sociologia Generale Università di Genova.

Nell’Open Day di sabato in Largo Pertini (inizio ore 10) saranno distribuite nello stand della Gigi Ghirotti le bustine di semi dei fiori “Non Ti Scordar di Me”, i libri di Franco Henriquet e i libri di Gigi Ghirotti. Alle ore 11 un medico neurologo esperto in bioetica sarà presente per rispondere alle domande relative alle D.A.T. Direttive Anticipate di Trattamento. Alle ore 13 gli operatori dell’Equipe Domiciliare dell’Associazione Gigi Ghirotti saranno a disposizione per presentare il servizio della Ghirotti e spiegare cosa sono le cure palliative. Alle ore 17 il presidente Franco Henriquetincontrerà i genovesi e parlerà dei progetti attuali e futuri dell’Associazione Gigi Ghirotti. Durante l’intera giornata i volontari della Gigi Ghirotti saranno a disposizione per dare informazioni sul volontariato nell’Associazione.

Domenica, infine, dirigenti e volontari della Ghirotti raccoglieranno fondi e distribuiranno i semi dei fiori “Non Ti scordar di Me” nelle seguenti chiese: San Francesco di Albaro (ore 10.30), San Martino di Albaro (ore 11), SS. Annunziata di Sturla (ore 11 con la presenza di Franco Henriquet), SS. Annunziata del Chiappeto (ore 11), Santi Cosma e Damiano (ore 11),  Diecimila Martiri Crocefissi di Marassi  (ore 11), San Giovanni Battista di Via Oliva a Sestri Ponente  (ore 10,30), Santi Giovanni Battista e Giovanni Bono di Recco (dalle ore 10.30 alle ore 12).

Postazioni della Gigi Ghirotti Onlus saranno allestite anche presso il banco “MammaChef” (Box 156 del Mercato Orientale) venerdì dalle ore 16 alle ore 19 e sabato dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19) e presso la Chiesa della Nostra Signora della Consolazione nella giornata di sabato alle ore 18.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: