Consiglio Regionale 2005-2010, 19 condannati per peculato

Per il pubblico ministero avrebbero usato soldi pubblici (nell’ordine di qualche centinaio fino ad alcune migliaia di euro) per acquisti personali e non legati all’attività istituzionale

Spese pazze per camere d’albergo con fruizione del servizi benessere non certo determinabili come spesa “istituzionale”, poi dvd, colazioni, bottiglie di vino, persino caramelle.
Sono 19 gli ex consiglieri regionali del periodo tra il 2005 e il 2010 che sono stati condannati per peculato. Si tratta di Michele Boffa (Pd) 19 mesi e 10 giorni, Ezio Chiesa (Pd) 17 mesi e 10 giorni, Luigi Cola (Pd) 20 mesi, Giacomo Conti (Rifondazione) 19 mesi, Gino Garibaldi (Forza Italia) 20 mesi, Antonino Miceli (Pd) 17 mesi e 10 giorni, Cristina Morelli (Verdi) due anni, Luigi Morgillo (Fi) 18 mesi e 10 giorni, Minella Mosca (Pd) 14 mesi, Vincenzo Nesci (Rifondazione) 2 anni, Pietro Oliva (Fi) 18 mesi e 10 giorni, Franco Orsi (Fi) 18 mesi e 10 giorni, Gianni Plinio (Alleanza Nazionale) 13 mesi e 20 giorni, Matteo Rosso (Fi) 13 mesi, Gabriele Saldo (Fi) 16 mesi, Alessio Saso (Fi) 23 mesi, Carlo Vasconi (Verdi) 16 mesi, Vito Vattuone (Pd) 15 mesi e 20 giorni, Moreno Veschi 13 mesi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: