Gli insegnanti precari assediano il provveditorato

Non sono ancora state assegnate le cattedre. Chiedono di parlare col Provveditore che, per adesso, gli ha risposto al telefono mentre sono dentro la sede genovese

Prima, con gli ombrelli aperti, sotto la pioggia, hanno assediato la sede dell’uffici dell’ambito territoriale genovese. Poi li hanno fatti entrare ma, per ora, col Provveditore sono riusciti a parlare solo per telefono, sempre all’interno del provveditorato. <Siamo un gruppo di docenti che vogliono essere ricevuti dal provveditore per la questione dei grandi errori che sono stati fatti nelle graduatorie docenti che tardano a partire con le disastrose conseguenze che tutti sappiamo: classi scoperte e disabili a casa> dicono i precari della scuola.
<Ci hanno detto che il Provveditore è a Milano – aggiungono gli insegnanti -. Gli impiegati sono a disagio, ci hanno detto che sono stati in 2 a gestire 24mila domande di docenti per la graduatoria e tutto in due settimane. Inoltre, a causa del sistema informatico errato, avremo graduatorie completamente sbagliate per i prossimi due anni, comprese le immissioni in ruolo e le assegnazioni delle supplenze>.
Gli insegnanti sottolineano di aver rispettato, questa mattina, le regole di prevenzione Covid e di essere tutti dotati di mascherina.

Aggiorneremo l’articolo con eventuali sviluppi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: