I Carabinieri arrestano un uomo per violenza sessuale in ospedale

Si tratta di un ausiliario occupato presso una ditta esterna per la consegna pasti. Ha molestato una donna sotto anestetico, appena uscita dalla sala operatoria, approfittando del suo stato di semi incoscienza

Su disposizione della Procura di Genova si rende noto che giovedì mattina, i carabinieri della Stazione di Lavagna hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per il reato di violenza sessuale nei confronti di un cittadino peruviano ventiseienne, residente nel Tigullio. I fatti risalgono ai primi giorni di settembre.

L’uomo, che svolge il lavoro di “ausiliario” presso l’ospedale di Lavagna per conto di una ditta esterna con mansioni di consegna del vitto e assistenza agli infermieri, è accusato di aver approfittato di una paziente, appena uscita dalla sala operatoria per un intervento di routine che veniva molestata a sfondo sessuale, non appena trasferita nella camera di degenza, mentre si trovava ancora sotto l’effetto dell’anestetico.

I militari sono stati attivati dalla Direzione Sanitaria dell’Ospedale, che ha collaborato attivamente ai fini dell’indagine. Infatti i medici della chirurgia si sono insospettiti quando la paziente ha riferito loro di essere stata sottoposta a una vista ginecologica immediatamente dopo l’intervento chirurgico. I carabinieri di Lavagna hanno attivato la procedura prevista per i casi di “codice rosso”, avviando una delicata attività di indagine per il reato di violenza sessuale. Hanno raccolto le testimonianze della vittima e di tutte le persone presenti nel reparto in grado di fornire elementi utili per l’accertamento dei fatti. Gli uomini dell’Arma hanno ricostruito in modo certosino gli spostamenti e la condotta del sudamericano all’interno dell’ospedale e hanno relazionato ogni passaggio alla Procura della Repubblica di Genova. Il Sostituto Procuratore dott.ssa Patrizia Petruzziello, unitamente al Procuratore Capo dott. Francesco Cozzi, ha vagliato gli elementi raccolti, concordando con il quadro indiziario descritto. Quindi ha chiesto al G.I.P. l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico dell’operatore ausiliario, che è stata concessa. Gli uomini dell’Arma di Lavagna hanno eseguito il provvedimento di cattura nelle prime ore del mattino di giovedì 17 settembre. L’uomo, al termine delle operazioni dell’arresto, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Genova Pontedecimo, a disposizione del Giudice per le Indagini Preliminari dott.ssa Luisa Camposaragna per l’interrogatorio di garanzia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: