Impianti, la debacle di Amt: stop, guasti, vandalismi e sequestri

Aperta dopo 3 mesi, richiusa per guasto e riaperta (tutto in 24 ore) la funicolare Zecca-Righi, sequestrato dalla magistratura il cantiere dell’ascensore Magenta-Crocco e tunnel devastato dai vandali, ferma per guasto la cremagliera Principe Granarolo, chiuso sine die l’ascensore Villa Scassi, chiuso per lavori l’ascensore Manin-Contardo, chiuso la domenica l’ascensore Montegalletto che porta al sito turistico di Castello d’Albertis, come l’ascensore di Quezzi

Da “L’ascensore” di Caproni a “Il filo dell’orizzonte” di Tabucchi, gli impianti di risalita genovesi sono stati protagonisti di poesia e letteratura. A Lisbona ne fanno un motivo di promozione e intrattenimenti turistico, a Genova sono chiusi a raffica, con ripetuti problemi tecnici anche dopo la revisione trentennale, chiusi sine die come il nuovissimo ascensore tra via Cantore e Villa Scassi che non ha mai funzionato e c’è persino un ascensore che non può funzionare perché il cantiere di revisione trentennale è stato sequestrato dalla magistratura dopo un grave incidente sul lavoro, quello di Magenta-Crocco. I cittadini della zona segnalano che porte e tunnel sono aperti e devastati dai vandali. Forse è il caso di prevedere una chiusura perché il tunnel viene usato abusivamente per scopi non propriamente edificanti.

L’ascensore di Quezzi è chiuso la domenica, come se i cittadini di quel quartiere non si spostassero nei festivi, l’ascensore Montegalletto, nonostante porti direttamente al museo e al parco di Castello d’Albertis, una delle attrazioni turistiche più spettacolari della città, viene inspiegabilmente tenuto chiuso la domenica. Altro impianto spesso fermo è la spettacolare cremagliera Principe Granarolo, che, guardacaso, è ferma anche adesso, da sabato.
Per quanto riguarda la funicolare Zecca Righi, per 3 mesi in manutenzione trentennale obbligatoria (tra l’altro, prima i fermi per cause tecniche erano ripetuti e frequenti), sabato scorso GenovaQuotidiana ha saputo che esistevano problemi tecnici per il riavvio. Ma Amt ha inviato un comunicato in cui addirittura anticipava la riapertura a domenica (era prevista per i primi giorni della settimana) dopo i 3 mesi di stop dell’adeguamento. Puntualmente, ieri sera, la funicolare si è fermata alle 20:30 ed è stata riattivata solo poco prima delle 8 di questa mattina. Sotto: lo screenshot dei messaggi Amt agli utenti sulla app.

Insomma, la gestione degli impianti da parte di Amt non sembra brillare per efficienza e servizio al cittadino.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: