Cassinelli contro convenzione Aspi-Vvf per incendi in autostrada. Polemica Cgil

Il parlamentare di Forza Italia chiede al Ministro una <Verifica della convenienza> dell’accordo che sta per essere firmato e teme per i lavoratori dell’azienda che oggi fa servizio antincendio. Luca Infantino (Cgil Fp Vigili del fuoco): <Il servizio sarà aggiuntivo nelle attuali condizioni di emergenza, a spese dell’Azienda e non dello Stato e non sostituirà quello dell’operatore privato>

569 le gallerie autostradali in Liguria. I lavori, dopo la prima ondata di verifiche di emergenza con tutte le conseguenze che liguri e turisti hanno subito, andranno avanti per 5 anni e fino al termine la situazione resterà da attenzionare in maniera particolare. <È per questo – spiega Luca Infantino, segretario Cgil Fp Vigili del fuoco – che anche il nostro sindacato ha lavorato per l’accordo, quasi alla firma>.

L’accordo (è bene dirlo) che non è tra Ministeri e Vigili del fuoco, ma tra Aspi e Vigili del fuoco. Il deputato di Forza Italia Roberto Cassinelli ne ha comunque chiesto ragione al Governo: <Sicurezza antincendio, sulla nuova convenzione con Autostrade il ministro De Micheli riferisca in aula – scrive sulla sua pagina Facebook -.Ci chiediamo cosa voglia fare il Governo affinché sia garantita la sicurezza antincendio delle gallerie autostradali. Chiediamo con una interpellanza al ministro De Micheli che sia verificata la convenienza della nuova Convenzione che di fatto esautora una azienda privata con oltre 300 dipendenti a vantaggio dei vigili fuoco. Ci chiediamo se i pompieri dislocati a Genova e Savona possano essere così distolti dall’attività istituzionale che svolgono nell’interesse generale. Chiediamo inoltre al ministro di riferire sulla tutela della posizione dei 300 lavoratori dell’operatore privato che rischiano di perdere il lavoro in una situazione ligure già molto complessa a causa delle ricadute occupazionali determinate dalla pandemia>.

A Cassinelli risponde il segretario Infantino: <La prima cosa che la Cgil ha fatto è stata assicurarsi che non si perdessero posti di lavoro – dice il sindacalista -. Il contratto con la società privata resta fino a quando Aspi riterrà di rinnovarlo, il servizio dei Vigili del fuoco, con un contratto iniziale di due anni, rinforzerà la sicurezza e sarà complementare. È legato anche ai lavori di messa in sicurezza delle strutture. Sulla tratta ci sono anche frequenti transiti di merci pericolose. In più, oltre ai lavori, ci sono gli indicenti stradali in un tratto su cui non è facile intervenire. D’altro canto, anche in porto c’è l’impegno di un’azienda privata e, contemporaneamente, quello dei Vigili del fuoco: al centro deve esserci la sicurezza. Il soccorso ordinario da parte del Corpo è comunque garantito, l’accordo garantirebbe un servizio straordinario, aperto ai lavoratori dei Vigili del fuoco delle 4 province liguri. L’obiettivo è ridurre i tempi di intervento a salvaguardia della sicurezza dei cittadini>.

Un analogo accordo è in via di strutturazione anche per quanto riguarda le autostrade piemontesi e siciliane e passa, come quello ligure, per il necessario avvallo del Capo dipartimento dei Vigili del fuoco e del Prefetto competente per territorio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: