Staglieno, il degrado tra transenne e rottami

La denuncia di un lettore che mostra le condizioni di alcuni angoli del cimitero monumentale che, oltre ad accogliere una larga parte dei defunti nella nostra città, è anche un’attrazione per i turisti

A meno di due mesi dalla celebrazione dei defunti, il cimitero di Staglieno si presenta così, come vedete nelle foto inviateci dal nostro lettore Loris Viari. Lui parla della necessità di rispettare maggiormente i defunti, noi aggiungiamo che il cimitero di Staglieno è anche un punto di interesse turistico grazie alle tombe dei personaggi famosi, da Mazzini a De André e alla concentrazione di capolavori artistici tra 8 e 900.
Attualmente, a Tursi, i cimiteri non hanno un responsabile: l’assessore Stefano Balleari si è dimesso per candidarsi in Regione. Chiunque verrà, dovrà mettere mano a una situazione di degrado che non è responsabilità solo recente, se non per la totale inerzia degli ultimi tempi. Il cimitero è devastato da decenni di incuria. Rischiamo di perdere un patrimonio artistico inestimabile. Staglieno non è solo un cimitero, ma una galleria d’arte a cielo aperto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: