Annunci

Ceramica artistica e affitto di bici, così via Prè tenta di rilanciarsi

Per la riqualificazione della zona sono stati coinvolti anche i giovani: gli studenti dell’istituto superiore Vittorio Emanuele II -Ruffini hanno creato due loghi per le insegne dei negozi. I cittadini, con una votazione online sul profilo Facebook del Comune di Genova, potranno scegliere il logo che preferiscono e che diventerà quello ufficiale

Sono i primi frutti del bando del Comune di Genova per rilanciare i locali vuoti e riaccendere le vetrine in via Prè, per promuovere, anche a fini turistici, la valorizzazione del Centro storico. Le aperture proseguiranno scaglionate entro l’autunno. Attualmente sono in corso i lavori di ristrutturazione dei locali. L’emergenza sanitaria ha ritardato alcuni lavori necessari all’avvio delle attività, ma non ha fermato la volontà del Comune e delle imprese vincitrici di avviare la rinascita commerciale della zona.

«La riqualificazione di via Prè è uno degli obiettivi che l’amministrazione si è posta da inizio mandato – spiega il sindaco Marco Bucci -. Siamo impegnati in un progetto di trasformazione urbanistica che avrà effetti nel medio e lungo periodo, ma anche a valorizzare nell’immediato un’area splendida che dovrà fare invidia al mondo. La presenza di nuove attività commerciali renderà la strada più illuminata, sicura, attraente. Ringrazio chi ha deciso di scommettere su questo spicchio della città, a chi con coraggio e dedizione tiene viva via Prè. Il desiderio è che i genovesi si possano presto totalmente riappropriare di via Prè e che i turisti possano scoprire una delle tante realtà di rara bellezza di cui gode il nostro centro storico».

«Queste aperture sono un inizio molto importante nel segno della ricostruzione del tessuto commerciale, un segnale ancora più significativo in un momento storico molto delicato anche per i negozianti – dice l’assessore al Commercio e all’Artigianato Paola Bordilli -. Per la ripartenza della zona di via Prè abbiamo voluto fortemente coinvolgere non solo le attività commerciali ma anche l’intera popolazione e i giovani: da un lato gli studenti che si sono occupati della creazione dei loghi, anche visitando via Prè e facendosi ispirare dalla zona per le loro creazioni, e dall’altro i cittadini che saranno chiamati a esprimersi votando il logo definitivo. È molto importante che tutti noi ricominciamo a vivere i vicoli del centro storico e a far crescere il senso di appartenenza e di identità».

L’assessore all’Urbanistica Simonetta Cenci ha ricordato che questo è il primo passo del progetto Prè-Visioni. Il piano è stato annunciato molteplici volte, ma che, in verità, è ancora al palo. Andrea Carratù, presidente del Municipio Centro Est parla di “prospettiva di concretizzarlo”: <Siamo ottimisti sul futuro di questa importante zona del Centro storico. Ringrazio di cuore anche tutti coloro che a Prè ci sono da sempre con difficoltà e passione>.

Le nuove attività

L’atelier di via di Pré 153-155RR è dedicato alla ceramica: Paolo D’Angeli ha deciso di scommettere su via Pré cambiando vita. Torinese e ligure d’adozione, si occupava di installazione di impianti ma a 53 anni ha deciso di mollare la precedente attività e di seguire una sua passione maturata da ragazzo al liceo artistico, la ceramica, a cui si dedicava come passatempo. D’Angeli, che ha di recente realizzato un’opera per la passeggiata di Albissola marina, si definisce un ceramista atipico, appassionato di design, che crea pezzi unici e originali, senza usare stampi e presse: «Via Prè è bellissima e me ne sono innamorato subito – dice -. La sto scoprendo come crogiuolo di culture e colori e ritengo che abbia un potenziale enorme, spero che l’innesto delle nostre attività faccia germogliare ancora di più la via».

Il negozio dedicato alla mobilità sostenibile, che per felice coincidenza viene inaugurato nella Giornata mondiale per l’Ambiente, offre noleggio e-bikes, tour personalizzati ed ecologici, deposito bagagli, servizi di assistenza ai ciclisti urbani, apre in via di Prè 121-123RR. Si chiama Treecycle ed è gestito da Erica Benincà e da Gavino Haberling, i gestori del servizio già conosciuto di tour in risciò nel centro storico. «Portiamo avanti i tour in risciò da cinque anni, ma ci mancava una casa e l’abbiamo trovata in via Prè – spiega Benincà -. Per noi è una posizione strategica, tra la nostra base al terminal crociere e il centro; inoltre siamo innamorati dei vicoli e speriamo, con l’apertura di altre attività, di fare da massa critica per un vero rilancio della zona».

Il bando

Al bando, che riguardava le zone di Prè, dei Truogoli di Santa Brigida e di largo Zecca per lo sviluppo di progetti economici e imprenditoriali di micro e piccole imprese, avevano partecipato in 73. I locali, di proprietà comunale, erano chiusi da tempo e, per incentivare gli investitori, è stata loro concessa la gratuità del canone per 12/18 mesi dall’apertura dell’attività. Il Comune ha anche provveduto a recuperare e a ristrutturare uno dei locali vuoti che era allo stato grezzo. Nelle prossime settimane apriranno nell’area di Pré, tra le altre attività, una liuteria, falegnameria e accessoristica in legno, una merceria e laboratorio di stampa su tessuto, un ristorante con cucina ligure, una vendita di prodotti alimentari tipici, una caffetteria-libreria e uno studio fotografico.

Il logo

I due loghi sono stati realizzati dalla classe 4AT dell’istituto Vittorio Emanuele II-Ruffini, del corso tecnico grafico, coordinati dalla docente di grafica Barbara Aloi. In precedenza altri studenti dell’istituto avevano collaborato con il Comune e la Camera di Commercio ad un progetto finalizzato alla creazione di siti web per alcune botteghe storiche e locali di tradizione genovesi. In seguito, l’istituto è stato incaricato di creare un logo specifico per via Prè da utilizzare per il rilancio commerciale della zona.

In un sopralluogo in via Pré gli studenti hanno notato il bassorilievo di un dragone sullo stipite di una porta: è stato lo spunto per uno dei due loghi che hanno elaborato. La sagoma stilizzata è accompagnata dalla scritta “Una via PREziosa”. L’altro logo si ispira ai panni stesi caratteristici dei caruggi e riporta al suo interno anche la bandiera crociata di Genova.

I loghi verranno pubblicati sul canale Facebook istituzionale del Comune di Genova da domani sabato 6 giugno alle 12 e si potrà votare fino alla mezzanotte di giovedì 11.

«Siamo onorati di partecipare a questo progetto, voluto dal Comune e a cui il preside Giovanni Poggio ha subito deciso di aderire. Per noi che siamo vicini a via Pré è anche un modo per svolgere attività sul territorio in cui viviamo – spiega Annamaria Campi, coordinatrice dei percorsi di alternanza scuola-lavoro dell’istituto -. Sempre per il Comune stiamo costruendo un’App per turisti dando spazio alle attività commerciali del centro città».

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: