Annunci

Flash mob della Comunità bengalese a Caricamento per una più ampia sanatoria

Un centinaio i partecipanti all’iniziativa nel corso della quale gli stranieri hanno ringraziato l’Italia per l’accoglienza e hanno chiesto di ampliare il novero dei settori per i quali è possibile la regolarizzazione

Un centinaio di giovani bengalesi si sono ritrovati ieri, nel tardo pomeriggio, in piazza Caricamento al termine di quella che per la gran parte di loro è stata una giornata lavorativa per esprimere in primis il proprio ringraziamento all’Italia, paese che li ha accolti, quindi per il decreto di sanatoria che permetterà ad alcuni di loro di poter acquisire il permesso di soggiorno per poter svolgere attività lavorativa.

<Una decisione molto positiva ma non sufficiente per fare emergere fasce di lavoro nero e di sfruttamento – dice Uddin Mahin in rappresentanza dei connazionali -. La Comunità Bengalese chiede al Governo Italiano maggiore coraggio, chiede un provvedimento che possa essere più equo per tutti, anche per chi non opera nei settori previsti dal decreto che ricordiamo essere agricoltura, pesca, colf e badanti. La Comunità Bengalese è composta da persone laboriose, dedite al lavoro e rispettose delle leggi e delle regole del vivere civile. Proprio per questo motivo ci rivolgiamo ai rappresentanti delle Istituzioni affinché si avvii un serio percorso di emersione che possa dare la possibilità a tutti di avere una attività lavorativa ed evitare pericolose devianze, soprattutto dei giovani, verso attività illecite>

<La Comunità Bengalese vuole essere, cosi come si sente, parte integrante della comunità genovese – aggiunge Mahin -, soprattutto con i propri giovani studenti, con la più giovane generazione impegnata anche nel volontariato, nel servizio civile e nelle attività commerciali che formano il tessuto dei negozi di vicinato>.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: