San Martino, nuovo laboratorio da mille tamponi finanziato dai privati -VIDEO

I due vecchi laboratori, uno di didattica e uno per le staminali, sono stati trasformati in modo da poter trattare agenti infettivi. L’operazione è stato finanziata da una serie di aziende che hanno creduto nella necessità di effettuare i tamponi

Le donazioni private di Erg-San Quirico Spa, Bankitalia, Enel, Perkin Elmer, Autostrade per l’Italia ammontano a 3 milioni di euro spesi in parte per il laboratorio (la macchina per i tamponi costa 250 mila euro più Iva, ma sono stati necessari altri macchinari e allestimenti) sono stati usati durante l’emergenza Covid in parte per la riorganizzazione dei reparti, in parte per l’acquisto di ventilatori e caschi per la respirazione.
Quando l’emergenza Covid sarà terminata, la macchina sarà messa a disposizione del laboratorio di Genomica (genetica). <È il primo passo di una nuova organizzazione delle Torri della Ricerca dove saranno creati nuovi laboratori di genomica e di citomica, per una superficie complessiva di circa 1.500 m3, nei quali sarà possibile studiare i meccanismi genetici e cellulari delle malattie infettive ma anche di molte altre malattie, tra le quali tumori e malattie neurologiche> fanno sapere dal San Martino.
Il direttore generale del San Martino Giovanni Ucci ha detto che nel prossimo futuro saranno <Portati avanti altri progetti “in area Covid”>.

In sala, durante la presentazione, erano presenti i rappresentanti delle aziende che hanno contribuito: Marina Avallone, direttrice Banca d’Italia di Genova; Carlo Castellano, consigliere superiore Banca d’Italia; Attilio Focarete, consigliere delegato Perkin Elmer Italia, Spagna e Portogallo; Edoardo Garrone, presidente Gruppo ERG e presidente del consiglio di amministrazione di San Quirico S.p.A; Maria Luigia Partipilo, responsabile affari istituzionali Area Nord, Enel Italia, Stefano Porro, direttore Affari istituzionali Autostrade per l’Italia.

Erg ha donato 800mila euro, Atlantia 1,2 milioni, Banca
d’Italia 5 milioni (i progetti finanziati sono 3), Enel 100mila
euro.

Presenti anche Uli Pfeffer e Patrizio Castagnola, responsabili del nuovo laboratorio; Giancarlo Icardi, direttore U.O. Igiene San Martino, Giorgio Da Rin, direttore Medicina di Laboratorio San Martino; Walter Locatelli, commissario straordinario di Alisa

I tempi

Attualmente San Martino può effettuare circa 6/700 tamponi al giorno. Il nuovo laboratorio ne aggiungerà mille. Non da domani: sarà a regime nella prossima settimana.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: