Decreto Covid, Palazzo Chigi apre a uscite comuni a “fidanzati e affetti stabili”

Nei prossimi giorni la presidenza del consiglio dei Ministri pubblicherà il chiarimento sulle Faq del sito ufficiale. Salve le storie d’amore senza convivenza

Secondo alcune indiscrezioni, il Dpcm che entrerà in vigore il 4 maggio, dove si parla di “congiunti”, includerebbe <parenti e affini, coniuge, conviventi, fidanzati stabili e affetti stabili>. Chissà se “affetti stabili” significa “trombamici”?
Insomma, salve le storie d’amore. Molti i giovani (ma non solo giovani) che in questo periodo sono stati plurimultati per non aver rispettato il decreto proprio per riuscire vedere l’amato/a. Alcuni, anche a Genova, hanno collezionato raffiche di sanzioni ammettendo candidamente alle Divise che li avevano fermati che “al cuor non si comanda”.
Ieri, quando il testo del decreto ha cominciato a circolare, sui social c’è stata una levata di scudi contro quella che sembrava la decisione del governo.
Insomma, le love story sono state messe in sicurezza, ma a patto che siano stabili. No storie occasionali, in sintesi. E per provarlo come si farà? Preparate le foto di coppia pubblicate su Instagram prima del lockdown. Più difficile, invece, sarà tornare a rivedere il/la amante. Le storie clandestine e non sono infatti nell’elenco di Palazzo Chigi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: