Cisl Fp: “Serve cifra congrua per riconoscere il lavoro nella Sanità”

La richiesta alla Regione Liguria per il <doveroso riconoscimento per quanti hanno in prima persona messo a rischio la propria salute a beneficio della collettività>

<Tenuto conto di quanto fatto in altre realtà regionali e in considerazione dello sforzo prodotto da tutti i lavoratori della sanità nel sostenere le azioni straordinarie messe in campo per far fronte all’emergenza causata dall’epidemia di Covid-19> la Cisl Fp chiede alla Regione Liguria <un’azione economica significativa, che rappresenti il doveroso riconoscimento per quanti hanno in prima persona messo a rischio la propria salute a beneficio della collettività>.

<Nei vari singoli contesti – dicono alla segreteria Cisl Fp Liguria – abbiamo per primi preteso e ottenuto il riconoscimento dell’indennità per il rischio infettivo a tutto il personale coinvolto direttamente nell’emergenza sanitaria, indipendentemente da quelli che saranno i dati effettivi che verranno valutati da una posizione ex post. Oggi a livello regionale chiediamo con la stessa enfasi un riconoscimento economico più significativo e dignitoso, sul modello di quello accordato in Regione Toscana, al quale facciamo riferimento in termini di impostazione, riservandoci una approfondita valutazione dei dettagli e della ripartizione economica. Chiediamo lo stanziamento da parte di Regione Liguria di una cifra congrua al soddisfacimento della nostra proposta, che vada ben oltre le normali indennità aziendali. A tal proposito poniamo l’accento sul significato motivazionale della nostra idea che, se accolta, andrebbe a rappresentare il giusto riconoscimento a tutti lavoratori a cui è stato chiesto molto e ai quali la società dovrà chiedere ancora parecchio nel prossimo futuro>.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: