Writer notturno imbratta Tursi. Fermato dalla polizia locale

Alcuni passanti lo hanno denunciato e le pattuglie notturne lo hanno rintracciato quando era già in via San Lorenzo. È intervenuta anche la Digos

Stanotte alle 2 gli agenti in servizio a Palazzo Tursi, sede del Comune, in via Garibaldi, hanno sentito delle persone che gridavano sulla strada. Raggiunti i cittadini, gli agenti hanno appreso che che un uomo aveva imbrattato il palazzo con la lettera “D” scritta con bomboletta di colore nero sulla colonna lato ponente dell’ingresso e una scritta “Donald” sempre con bomboletta di colore nero sulla facciata a levante rispetto alla porta d’ingresso del palazzo e si era dato alla fuga infilandosi in vico Salvaghi dopo essere stato scoperto dai passanti.
I cittadini hanno fornito la descrizione di una persona di sesso maschile, di mezza età, con i capelli lunghi. Gli uomini della polizia locale in servizio notturno si sono messi a cercarlo e lo hanno trovato in via San Lorenzo con la bomboletta ancora con sé. Si tratta di A. G., italiano di 57 anni. È intervenuta una volante della Polizia di Stato per il controllo Sdi e la Digos ha effettuato un sopralluogo a Palazzo Tursi per prendere visione delle scritte. Tutta la scena è stata ripresa dalle telecamere di sorveglianza di “Città Sicura”. L’uomo è stato sanzionato dalla Polizia locale per l’inosservanza del Decreto Coronavirus e sarà denunciato per l’imbrattamento a norma dell’articolo 639 del Codice penale.

In copertina: foto d’archivio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: