Quei tanti morti genovesi in più a marzo al netto dei decessi Covid

Il giorno peggiore è stato il 23 marzo scorso, quando sono deceduti ben 91 genovesi. Sempre quel giorno, sono stati solo 16 i decessi Covid di genovesi registrati negli ospedali. Possibile che in un solo giorno siamo morte a Genova 75 persone non per coronavirus quando la media del mese di marzo 2018-2019 è di 28-27 decessi al giorno?

Marzo (numero decessi genovesi registrati presso l’anagrafe)





201820192020
127388
2422439
3292125
4452231
5212834
6393423
7242644
8242314
9312251
10282136
11384934
12384638
13282727
14192725
15314433
16262564
17221742
18251737
19242359
20232556
21232134
22332628
23272691
24252847
25263969
26402357
Totale756722873

* Fonte Anagrafe Comune di Genova

Le morti di genovesi nel periodo 1-26 marzo (dati disponibili ieri all’Anagrafe comunale) sono stati, nel periodo indicato 151 in più del 2019 e 114 più del 2018.
Il 23 marzo (giorno del mese in cui si è registrato il maggior numero di decessi per qualsiasi motivo all’anagrafe di corso Torino), sono stati 16 i morti certificati Covid-19 residenti nel Comune di Genova negli ospedali genovesi e 91 i deceduti genovesi totali. Nello stesso giorno i decessi totali erano stati 27 nel 2018 e 26 nel 2019. C’è un’eccedenza di 48 morti rispetto al 2018, di 49 rispetto al 2019, ancora 48 rispetto alla media dei morti del mese di marzo nel periodo considerato (1-26 marzo).

23 marzo 2020

91-decessi di genovesi a Genova il 23 marzo
18 =decessi Covid di genovesi negli ospedali a Genova il 23 marzo
75 –(risultato)
27 =numero medio giornaliero di morti nel marzo 2019
48morti in eccedenza rispetto alla media giornaliera 2018

Fonte decessi totali: Anagrafe Comune di Genova
Fonte decessi Covid: Comunicati Asl3 e aziende ospedaliere genovesi

I dato è ottenuto sottraendo dal numero dei morti registrati all’anagrafe in quel giorno (91) i morti negli ospedali che vedono il coronavirus come causa o concausa (16). Il risultato è pari a 75. A questi si sottrae il dato del numero di morti medio a marzo 2019 (27). Eccedono quindi, al netto dei morti Covid accertati in ospedale, ben 48 morti. Un’escursione di qualche unità rispetto alla media ci sta. Ma come si giustificano bel 48 morti in più? Possibile che siano successi tutti per cause totalmente esterne al Covid? O, piuttosto, non è più probabile che siano decessi avvenuti in casa o nelle case di riposo e che abbiamo a che fare col coronavirus? È un numero molto alto che non è giustificabile con una fluttuazione fisiologica.
Lo stesso conteggio di potrebbe fare per altre giornate, sottraendo al numero dei decessi negli ospedali genovesi (dove confluiscono tutti i più gravi) gli anziani turisti arrivati dalle località della riviera e qualche ligure di altre province e comuni.

Il 25 marzo, ad esempio, i decessi totali, ad esempio, sono stati 69 mentre i decessi Covid negli ospedali sono stati 18. Sottraendo i secondi ai primi il risultato è di 51, 34 più della media di marzo nel 2019.
Il 26 marzo, i decessi Covid a Genova sono stati 13 e i deceduti totali 57, quindi (sottratti i certamente Covid), 44, 17 in più della media.

Si registra, nel mese di marzo, un singolare aumento dei decessi non Covid. Sarebbe molto interessante poter analizzare il luogo e la causa della morte di tutte queste persone. E capire perché quel balzo in avanti nel numero delle persone scomparse anche sottraendo quelle morte certamente anche per il virus.

Come abbiamo visto, la media dei deceduti/giorno nel marzo 2019 è stata di 27. Quella del marzo 2020 di 40.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: