Filibustering e consiglio comunale notturno, ma stavolta la pizzata è (quasi) bipartisan

A Tursi le convergenze parallele si consumano nella pausa cena della riunione fiume. Gambino fa la spola tra i banchi di maggioranza e opposizione per prendere le ordinazioni. Il Sindaco sceglie il prosciutto, Ariotti la pizza con le patatine. E, quando arriva il garzone della pizzeria, tutti in buvette. Voi, quale pizza avreste scelto quando erano ormai le 22?

Dopo le polemiche della settimana scorsa sul ragazzo porta-pizze a cui è stato consentito l’ingresso nonostante il consiglio in quarantena e sulla mancata sospensione della seduta per sbocconcellare un tramezzino in un locale della zona, stasera la nuova seduta-fiume in Sala Rossa a Tursi è finita, più che a tarallucci e vino, a margherita e quattro formaggi.

La maggioranza però, stavolta ha invitato anche la minoranza a ordinare congiuntamente presso una pizzeria della zona. Inflessibili Lista Crivello, M5S e parte del Pd, che non hanno accettato la tregua e hanno preferito approfittare della sospensione per uscire a cercare un locale aperto in zona.
Paolo Putti di Chiamami Genova e Alessandro Terrile del Pd, invece, hanno ceduto alle lusinghe del lievito madre e aderito al compromesso storico gastronomico ordinando il primo una prosciutto e carciofi, il secondo una popolare margherita. E qui, sulla pizza delle pizze, sono scattate le convergenze parallele con Federico Bertorello, consigliere della Lega.
Le ordinazioni sono state prese da Sergio Gambino che, da buon consigliere delegato alla protezione civile, ha organizzato l’arrivo delle razioni di sopravvivenza. Campanella, capogruppo Fdi, ha optato per una “italianissima” romana con grana. Gettonatissima la prosciutto e funghi, scelta da Brusoni, Vacalebre, Costa e dall’assessore Francesco Maresca.
Stomaci di ferro quelli di Remuzzi e dello stesso Gambino che, nonostante l’ora tarda, si sono lanciati su una pesantissima gorgonzola e salsiccia. Sul classico è andato il consigliere Rossi: per lui quattro formaggi rossa. Lorella Fontana, milanese d’origine, capogruppo della Lega, ha unito i gusti padani con quelli partenopei ordinando una margherita con funghi. “Capriccioso” Vincenzo Salemi di Italia Viva mentre il leghista Maurizio Amorfini ha chiesto una margherita con rucola e pomodorini. “Piccante” ma salutista la leghista Francesca Corso, ha ordinato una salame (piccante, appunto) integrale. Il primo cittadino ha consumato una pizza al prosciutto con metodo, arrotolando i tranci per non sporcarsi troppo le mani. Prosciutto anche per il presidente del consiglio comunale Alessio Piana che qualcuno malignamente potrebbe dire allineato coi gusti del sindaco anche in quello.
Ai confini della realtà, ben oltre i bastioni (gastronomici) di Orione, il leghista Fabio Ariotto. Siete seduti? Bene, allora potete continuare a leggere: la sua pizza è arrivata coperta di patatine e capperi in stile Usa.
Originale Anzalone: il consigliere delegato allo sport ha voluto una siciliana col prosciutto cotto aggiunto a fine cottura. Il decano dei consiglieri, il forzista Guido Grillo, ha scelto una tradizionale quattro formaggi rossa. Ortodosso anche Mario Mascia, capogruppo di Forza Italia, la stessa scelta di Simone Ferrero, evidentemente più fedele ai gusti della tradizione che ai partiti visto che in corsa, nel settembre scorso, ha cambiato posto dai banchi di Vince Genova a quelli della Legga.
Pizza con mozzarella di bufala e pomodoro per Vittorio Ottonello, entrato recentemente nei banchi di Vince Genova al posto di Maresca promosso assessore e per il compagno di partito, il tassista Carmelo Cassibba.
Franco De Benectis voleva una Napoli con aggiunta di aglio, ma il vivandiere Gambino ha opposto fiera resistenza. <L’ho fatto per lui – scherza il consigliere delegato alla protezione civile e, per l’occasione maître di sala (rossa) -. Una pizza così non l’avrebbe digerita nemmeno a Ferragosto!>. Inutile negare che l’aggiunta di aglio poco avrebbe giovato all’aria già pesante della sala del consiglio dove la discussione cominciata alle 14 è andata avanti ad oltranza fino a notte.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: