Annunci
Ultime notizie di cronaca

Guardie zoofile sfrattate dalla sede dal Municipio Levante

L’allontanamento era stato minacciato tempo fa con una lettera della dirigente comunale per le proteste di chi era stato sanzionato per non aver rispettato il regolamento comunale lasciando liberi i cani nel parco storico di Nervi. Il Municipio è passato dalle lettere ai fatti

A chiedere con una petizione al Municipio (che non ne ha la potestà) l’interruzione del servizio di sorveglianza erano state poco meno di 300 persone, molte delle quali hanno detto poi di non avere nemmeno letto e di non condividere il testo che lanciava pesanti accuse alle guardie.
Il Municipio aveva, appunto, inviato alle guardie una diffida a continuare l’opera di sorveglianza e sanzionamento (in realtà non dipendente in alcun modo da autorità amministrative) pena la revoca della concessione della sede. Ora ha messo in atto la minaccia e chiesto indietro le chiavi e la sede.
Sia il Municipio Centro Est sia il Municipio Ponente si erano offerti di dare una sede alle guardie, e sarebbero felici di vederle operare nel loro territorio.

Le Guardie zoofile che fanno capo all’associazione Una agiscono, comunque, su tutto il territorio cittadino. Non sono autorizzate dal Comune né, tantomeno, da un Municipio, ma dalle Prefettura. È loro diritto-dovere continuare a fare i controlli. Anche nei parchi di Nervi.


AGGIORNAMENTO: I Municipi Centro Est (attraverso il presidente Andrea Carratù, della Lega) e Ponente (attraverso l’assessore Matteo Frulio, del Pd) confermano l’offerta di sede alle guardie zoofile e propongono collaborazione.
Le capogruppo comunali Cristina Lodi (Pd) e Lorella Fontana (Lega) annunciano iniziative consiliari.

Annunci

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: