Annunci
Ultime notizie di cronaca

Liguria, aumento record del costo della vita. Incubo “stagflazione”

Genova seconda città per i rincari secondo Unione consumatori su dati Istat. Per Toti <domanda interna più sostenuta, ovvero dei consumi più sostenuti che altrove> e <serve più concorrenza>. Ma c’è anche l’opzione di crescita dei prezzi contemporanea alla stagnazione economica

La Liguria è la regione in Italia con il maggior aumento del costo della vita, 212 euro annui aggiuntivi per una famiglia di 3 componenti (161 euro i rincari per la famiglia media di 2,4 componenti), con una inflazione a +0,7%. Lo sostiene l’Unione nazionale consumatori che ha elaborato dati Istat. Genova è la seconda città per rincari in Italia, con un aumento su base annua di 316 euro per la famiglia di 3 componenti (243 euro per la famiglia media), alle spalle di Bolzano dove l’aumento del costo della vita è di 347 euro (301 per famiglia media).
<L’inflazione e i prezzi al consumo dipendono da fattori economici diversi. Taluni sono indicazioni positive, altre negative – commenta il presidente della Regione Giovanni Toti. Il fatto che la Liguria abbia prezzi al consumo più alti significa che in questi mesi ha avuto una domanda interna più sostenuta, ovvero dei consumi più sostenuti che altrove, probabilmente anche alimentati dall’aggiunto consumo turistico che si somma nei mesi estivi e incide sulla determinazione del prezzo. Dall’altra parte il fattore negativo è evidentemente un’assenza strutturale di concorrenza in molti settori che ha permesso di mantenere prezzi più alti di quello che sarebbe giusto proporre ai cittadini. Siamo lieti che i consumi della nostra regione tengano ma ci fa molto meno piacere il dato negativo sulla concorrenza. Per questo continueremo ad impegnarci, come abbiamo fatto fino ad oggi, per incentivare l’apertura di esercizi commerciali, l’apertura alla concorrenza di tutti i settori e il sostegno a nuove imprese che vengono in Liguria appunto per creare quel tessuto efficiente in cui il consumatore può trovare i prezzi più giusti>.
In realtà, esiste un’altra spiegazione al fenomeno. Si chiama stagflazione,  (combinazione dei termini stagnazione ed inflazione), termine con il quale si indica la situazione nella quale sono contemporaneamente presenti nello stesso mercato sia un aumento generale dei prezzi (inflazione), sia una mancanza di crescita dell’economia in termini reali (stagnazione economica). Un fenomeno contro il quale l’Italia ha lungo combattuto negli anni Ottanta. La maggiore concorrenza spesso invocata come panacea di tutti i male dai liberisti estremi in realtà riversa sulla collettività, a fronte di grossi guadagni per i marchi della grande distribuzione, tutti i costi sociali ed economici della desertificazione: illuminazione e animazione delle strade che si traducono in spese di sorveglianza e posti di lavoro persi (3 nel commercio tradizionale ognuno che si guadagna nei supermercati e nei centri commerciali).

Annunci

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: