Annunci
Ultime notizie di cronaca

Villa Durazzo Pallavicini, vince bando San Paolo: 100 mila euro

L’ATI Villa Durazzo Pallavicini ha vinto il bando “i Luoghi della Cultura 2019”, indetto per favorire la valorizzazione dei beni culturali

Il progetto, redatto dalla direzione del Parco, mira a potenziare il valore scenografico del giardino prevedendo il restauro del Parco dei Divertimenti con le sue preziose giostre in ferro e ghisa, la capanna a due tetti e la sistemazione a verde dell’area.

L’ATI, nella figura della Cooperativa sociale L’Arco di Giano, ha partecipato al bando con un progetto che racchiude nella sua intestazione il fascino che il parco esoterico del Marchese Pallavicini nasconde in se: “Otto ettari di Infinito, l’esplicito mistero di Villa Pallavicini”.

Accanto a questa azione di restyling il progetto “Otto ettari di Infinito” prevede di sviluppare una azione importante di fundraising al fine di individuare nuovi fondi per avviare altri interventi di restauro, finanziare un piano di manutenzione straordinaria a favore dei monumenti del parco che, per mantenersi nel tempo, necessitano di una cura ordinaria e straordinaria continua.

L’importo complessivo del finanziamento è di 133.000 Euro di cui 100.000 erogati dalla Compagnia di San Paolo e 33.000 dall’ATI concessionaria.

I lavori inizieranno già nel prossimo ottobre 2019 e, secondo il cronoprogramma, potranno essere inaugurati a marzo con la riapertura primaverile del Parco.

Durante l’inverno saranno organizzate visite al cantiere per scoprire le modalità di restauro del ferro ma anche per saperne di più sulla costruzione della capanna e del suo tetto in segale che verrà realizzato da un abile artigiano del Sassello con paglia derivante da campi di segale espressamente coltivata nella località, trebbiata e preparata appositamente per questo momento di “comunione tra passato e presente”.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: