Annunci
Ultime notizie di cronaca

La Squadra Mobile arresta rapinatori seriali responsabili di lesioni e uno anche di violenza sessuale

Si tratta di due diciannovenni. Uno è noto anche come spacciatore

La Polizia di Stato di Genova, all’esito di un’attività d’indagine coordinata dalla locale Procura della Repubblica, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice per le indagini preliminari di Genova, ha arrestato due 19enni pluripregiudicati di origini senegalesi, uno dei quali naturalizzato italiano residente a Genova e l’altro domiciliato in provincia di Brescia e sottoposto all’obbligo di firma per spaccio di stupefacenti, entrambi ritenuti  responsabili di rapina e lesioni aggravate, il secondo anche di violenza sessuale. 

Nei loro confronti, a seguito delle investigazioni svolte dalla locale Squadra Mobile, sono stati raccolti gravi elementi di responsabilità in relazione ad una rapina commessa nella serata del 3 agosto scorso nel centro storico, ai danni di un 27enne pakistano e di un suo connazionale 21enne. I due rapinatori avevano avvicinato le vittime in Calata Mandraccio, aggredendole e sottraendo loro i telefoni cellulari ed i portafogli. Datisi alla fuga nei vicoli della città vecchia, i rapinatori, raggiunti dalle vittime in piazza Embriaci, li avevano minacciati ed aggrediti nuovamente anche con un coltello, provocando al più giovane lievi lesioni.

Inoltre, il rapinatore italiano è ritenuto anche responsabile di una seconda rapina ai danni di una 24enne, realizzata la notte del 7 luglio scorso all’uscita di un noto locale notturno del lungomare cittadino. Nel corso della rapina l’uomo, dopo aver immobilizzato la ragazza e averle sottratto la borsa, la molestava e la palpeggiava. Per questo fatto è accusato anche di violenza sessuale.

Per ricostruire gli episodi e identificare gli autori, gli investigatori della Polizia di Stato hanno visionato le numerose immagini delle telecamere collocate nel centro storico, oltre a quelle presenti nel menzionato locale notturno ed hanno successivamente sentito numerosi testimoni che hanno riconosciuto gli autori dei reati nelle fotografie mostrate loro.

Entrambi i rapinatori sono stati rintracciati a Genova dal personale della Squadra Mobile che ha svolto le indagini e, dopo essere stati accompagnati in Questura per le contestazioni, sono stati arrestati e condotti presso il carcere genovese. Fissato per i prossimi giorni l’interrogatorio del giudice.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: