Da mezzanotte diretta delle stelle cadenti grazie a Virtual Telescope

È incominciata a mezzanotte, ora italiana, la diretta di Virtual Telescope che permette di osservare il cielo per scorgere le stelle cadenti. Grazie al progetto del Virtual Telescope Project è possibile guardare lo uno streaming on-line (grazie a Gianluca Masi) da una fotocamera grandangolare che inquadra la zona da cui le stelle cadenti dovrebbero provenire (in apparenza).

Il picco massimo dello sciame meteorico delle Perseidi, le “Lacrime di San Lorenzo”, tradizionalmente visibili nella notte tra il 10 e l’11 agosto, si è spostato nel tempo alla notte tra il 12 e il 13 agosto, stanotte.

Le stelle cadenti non sono altro che meteore che entrano nell’atmosfera terrestre a circa 60 km/s. A questo punto l’aria che si trova di fronte ai detriti si comprime e quindi si scalda arrivando a quasi 2000°C facendo bruciare o vaporizzare il materiale che poi lascia la caratteristica scia brillante che ha dato origine al nome di stelle cadenti. In generale non c’è da preoccuparsi: si tratta di oggetti delle dimensioni di sassi o anche più semplicemente di sabbia e granelli di polvere cometaria.

Per questo spettacolo bisogna “ringraziare”Swift-Tuttle (o più precisamente 109P/Swift-Tuttle), una cometa che fu scoperta da Lewis Swift e Horace Parnell Tuttle nel lontano 1862. Anche l’italiano Schiaparelli ha una parte nella storia: fu lui infatti a collegare le stelle cadenti, che noi conosciamo come Perseidi, al passaggio della cometa solo pochi anni più tardi.

Questo interessante link permette di vedere l’orbita delle Perseidi e degli altri sciami meteorici.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: