Allagamenti, corrente saltata, voragini e buche, raffica di interventi per i vigili del fuoco

Poco prima del casello di Bolzaneto l’autostrada A7 sarebbe allagata. Ci avvertono che sulla sede stradale nel tratto precedente ci sarebbero detriti di ogni tipo: rami di alberi, terra e sassi. Sale l’acqua nei sottopassi vicino al Bisagno a Brignole. A Serra Riccò, Bargagli e nei quartieri del Lagaccio, Sampierdarena e Cornigliano è saltata la corrente e le case sono al buio. Allagamenti anche sulla strada urbana a Sestri e in Valpolcevera. Persone prigioniere in ascensori bloccato a Sampierdarena e San Fruttuoso. Allagamento in via Rollino, sulle alture di Sestri. Le squadre dei vigili del fuoco sono al lavoro in tutta la città.

Continua l’intensa attività elettrica.

La mappa dei fulmini da http://www.lightningmaps.org

Raffiche di vento forti fanno suonare gli allarmi e sfondano le finestre e i cassettoni degli avvolgibili. Le foto sotto vengono dalla Foce.


Il punto della situazione Arpal

Alcune strutture temporalesche stanno interessando il genovesato con intensità fino a molto forti.
Le piogge attualmente non hanno generato innalzamenti significativi sui bacini strumentati. Vista la natura temporalesca non si escludono possibili locali allegamenti delle aree più depresse, fenomeni di rigurgito urbano e possibili criticità idrologiche per i piccoli rii.

Aggiornamento ore 00.10 – Al momento le cumulate orarie più importanti sono quelle registrate a Genova Bolzaneto con 85.8 millimetri (74 in 30 minuti, 42.2 in 15, 15.6 in 5 minuti) Genova Pontedecimo con 82.4 millimetri, Monte Pennello con 76.8, Isoverde con 66.0. Le precipitazioni sono accompagnate anche dal rinforzo dei venti, nella zone di Genova prevalentemente dai quadranti settentrionali.


Mirko Mattana ci informa che cade dal cielo <Un muro d’acqua in via Bobbio a Staglieno. Le macchine sono costrette a viaggiare con le 4 frecce accese e a fermarsi. Non si vede nulla già a un metro di distanza>. Suo il video.

Gianfranco Saffioti (“Il meteorologo ignorante“) avverte del rischio nubifragi e del rischio downburst fino a domattina.
Alcuni si sarebbero già verificati a Pra’ e nella zona di San Teodoro.
COSA È: Il downburst (chiamato anche raffica discendente) è un fenomeno meteorologico consistente in una forte corrente discensionale (downdraft o downdraught) che raggiunge la superficie, accompagnata a un violento temporale.
L’impatto col suolo crea un improvviso scoppio (da qui l’uso del termine burst) e produce spesso un vortice rotante con asse orizzontale; dato che il flusso d’aria in entrata (inflow) che si dirige verso il temporale scorre accanto al flusso d’aria in uscita (outflow) che alimenta il downburst stesso nel vortice si trovano campi di vento molto vicini tra di loro dotati di direzione opposta e velocità elevata; un downburst può rimanere al suolo anche per 30 minuti, nel caso di fenomeni particolarmente violenti.

Aggiornamenti

LA VORAGINE DI VIA BERNO SI AMPLIA E INGHIOTTE UN’AUTO OLTRE ALLE RECINZIONI

Foto di Sabrina Lodi

ALLAGAMENTO A CAMPI E A BOLZANETO

Allagamenti nella zona del casello di Bolzaneto. In corso Perrone un bus è andato in panne mentre l’acqua cresceva. Passeggeri trasbordati su altro mezzo Amt.

Foto di Tiziano Bignone

Patrizia Semeria ci avverte che: <In corso Torino il sottopasso è allagato. come i portoni 2 e 4. È bastata una mezz’ora di tempesta tropicale. È saltata la luce stradale>

Un albero è caduto in via Albaro, crollato dal parco del Conservatorio.
Per fortuna solo su metà carreggiata e nessun mezzo rimasto schiacciato (corsia verso il centro).

Sara Bianchini averte di un ramo caduto in corso Sardegna davanti all’accesso del benzinaio Ip (all altezza ella chiesa) careggiata est (da corso Sardegna a Brignole). Nessun danno, ma ostacola l’accesso al distributore

Albero schiantato in via Albaro, crollato dal parco del Conservatorio.
Per fortuna solo su metà carreggiata e nessun mezzo rimasto schiacciato (corsia verso il centro).

Davide Spinoccia avverte che in corso Europa, all’altezza dell’ex Saiwa, ci sono bidoni Amiu in mezzo alla carreggiata.

Allagamento in via Canevari dove si è verificato un corto circuito della centralina Enel, che è andata a fuoco. A fuoco anche un quadro elettrico in in via Donghi.

Rami di alberi caduti in corso Galliera, all’altezza del ponte di Sant’Agata

Caduta alberi in via Carso. Sul posto la polizia locale. Un cittadino ha liberato parte della strada con una sega e la strada non è più bloccata. Si attendono i vigili del fuoco per lo sgombero completo della carreggiata.

 In via Monfenera, a Trasta, un albero caduto sulla strada ha bloccato un’auto. Il guidatore è rimasto intrappolato nell’abitacolo con la figlia piccola. Entrantrambi sono in salvo.

Stazione della metropolitana allagata a Brignole, un lavoratore Amt è rimasto bloccato all’interno.

Una grossa buca nella strada si è aperta a San Quirico. Allagamenti in tutta la Valpolcevera.

A tutto questo si aggiunge una FUGA DI GAS IN VIA DELLA ZEBRA

I fulmini a Molassana – video di Claudio Romano


ARPAL – MONITORAGGIO METEO IDROLOGICO DELLE 1.05 – Un’intensa struttura temporalesca che si è innescata nell’immediato entroterra del Ponente Genovese e spostatasi poi verso est, sta continuando a interessare il genovesato con precipitazioni molto forti, intensa attività elettrica e colpi di vento con raffiche che hanno superato diffusamente i 50/60 km/h (125 km/h a Fontana Fresca, 82 km/h a Genova – Porto Antico, 68 km/h a Genova – Castellaccio, 59 km/h a Bargagli).

Il nucleo più attivo della struttura al momento sta continuando a spostarsi verso est raggiungendo l’area tra Golfo Paradiso e Tigullio.

Nei bacini interessati dalle precipitazioni si sono registrati innalzamenti che al momento non hanno generato criticità sui bacini strumentati.

Vista la natura temporalesca non si escludono possibili locali allegamenti delle aree più depresse, fenomeni di rigurgito urbano e possibili criticità idrologiche per i piccoli rii.

Nelle immagini le tabelle con le cumulate più elevate raggiunte nelle stazioni della rete Omirl.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: