Dal sito del Comune spariscono anche le pagine dedicate all’affido familiare

Erano già sparite quelle del Progetto Arianna, progetto per prevenire e prendere in carico situazioni di maltrattamento e abuso. Si rincorrono voci di trasferimento della responsabile all’ufficio “Cittadini senza territorio”

Affido familiare: “accesso negato”. Dopo la sparizione, sul sito del Comune, delle pagine del “progetto Arianna per la prevenzione e la presa in carico di situazioni di maltrattamento ed abuso nell’infanzia e nell’adolescenza” e, ci dicono, la rimozione di Marina Boccone come responsabile del progetto stesso, gira voce che anche la responsabile (da anni) degli affidi familiari a Tursi, la psicologa Grazia Rossi, sarebbe stata trasferita all’ufficio Cittadini Senza Territorio, cioè a tutt’altro incarico. Ci hanno detto anche che le pagine del Comune dedicate agli affidi avrebbero seguito la stessa sorte di quelle del progetto Arianna e abbiamo voluto provare per mostrarvi il risultato. Come vedrete sotto, tutto porta a una pagina che porta alla scritta: “Access denied”, cioè “accesso negato”. Tutte le pagine o quasi (salvo quelle di home) sono scomparse, non sono più online. Ai cittadini non vengono più date le informazioni online che venivano offerte e tantomeno si arriva più alla mail dei contatti, attraverso la quale si arrivava prima all’indirizzo mail di Grazia Rossi.

Nel video: la prova delle pagine del Comune: una sequela di “Access denied”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: