Annunci
Ultime notizie di cronaca

Rimozione dei detriti, deroga al rumore notturno e diurno in via Porro, via Fillak e via del Campasso

Il limite del piano comunale nella zona è di 50 decibel di notte e 60 di giorno, sale, rispettivamente, a 60 e 80 decibel

Rumore fino a 60 decibel di notte (da mezzanotte alle 6 del mattino) e 80 di giorno per rimuovere più velocemente le macerie del Ponte Morandi La deroga è stata chiesta dall’ati dei demolitori e concessa dal Comune di Genova. Prevede l’innalzamento della soglia dei rumori che possono essere emessi in deroga, appunto, al piano acustico comunale. Riguarda via Porro, via Fillak e via del Campasso e prevede che le emissioni sonore possano andare da un minimo di 60 decibel, da mezzanotte alle 6 del mattino, fino a un massimo di 80 nelle ore di attività più intensa.

Come vedere dallo screen tratto dalla mappa online della zonizzazione acustica del Comune di Genova, si tratta per lo più di aree definite “di intensa attività umana” (colorate in rosso) in cui le emissioni possono essere al massimo di 50 decibel di notte e 60 di giorno.

La soglia considerata critica per evitare danni all’udito è di 90 decibel, quella del dolore intorno a 120 decibel. L’Organizzazione mondiale della sanità fissa però valori medi da non superare per evitare una serie di disturbi correlati: problemi del sonno e della concentrazione, insorgenza di stress, stati ansiosi e irritabilità, disturbi dell’apparato cardiocircolatorio e persino disturbi digestivi e respiratori.
I valori medi suggeriti dall’OMS sono di 55 dBA, ossia decibel ponderati, che considerano cioè la diversa sensibilità dell’orecchio alle diverse frequenze, nel periodo diurno (dalle 6 alle 22) e di 45 dBA in quello notturno (dalle 22 alle 6).

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: